Altri articoli
di 0
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

I figli della provetta
compiono 40 anni
L'INCHIESTA

"La Svizzera annetta
Campione d'Italia"
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La sfida masochista
dei partiti di sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il populismo di Erdogan
sulla strada per l'Islam
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La dieta dei cittadini
interessa i governanti
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
10.08.2018
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da venerdì 10 agosto 2018 alle ore 11.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
03.08.2018
Pubblicato il nuovo sito tematico dell'Ufficio di Consulenza tecnica e dei lavori sussidiati [www.ti.ch/consulenza-tecnica]
18.07.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, secondo trimestre 2018
18.07.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, giugno 2018
09.07.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 9 luglio 2018 alle ore 13.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
28.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2017
22.06.2018
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
22.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

BENESSERE di Mauro Spignesi
Immagini articolo
La passione a cavallo
tra ippoterapia e sport
Mauro Spignesi


Animali usati per lo sport, per il turismo,  per la medicina. Animali che curano e che fanno sognare. Animali che creano passioni e che ti legano per l’intera vita. Dai cavalli, che aiutano le persone disabili con l’ippoterapia, ai cani e ai gatti, amici che fanno compagnia a malati e anziani negli ospedali e nelle case di riposo (sarà il tema di alcuni servizi del Caffè a partire da questa settimana).
Attorno agli animali c’è un mondo vivace, curioso, che quotidianamente promuove attività anche agonistiche. Come accade per i cavalli che grazie all’attività della Federazione ticinese sport equestri (Ftse) conta un arcipelago di piccole e grandi realtà, cresce attorno a 19 circoli ippici, 40 fra scuole e scuderie, 19 istruttori federali. Sino a professioni tradizionali, mestieri che resistono nel tempo. Come i cinque maniscalchi presenti in Ticino e persino una "pareggiatrice di zoccoli", unica in Ticino, Lara Broggi, con azienda a Chiasso.
Si va dal preciso ed elegante dressage, dove i movimenti del cavallo e del cavaliere devono essere calcolati al millimetro e bisogna muovere le redini con la leggerezza di un artificiere. Sino al cavallo utilizzato per le passeggiate tra i boschi o per le gare che prevedono percorsi in grado di coniugare sport e ambiente. Sino all’equitazione che aiuta i disabili appunto, ad esempio con l’ippoterapia. Il mondo del cavallo in Ticino cresce. In mezzo a questo scenario ci sono appuntamenti di grande prestigio internazionale, come quello di Ascona (vedi articolo a destra), vetrine scintillanti che avvicinano tutti, grandi e piccoli, all’equitazione.
"Abbiamo circa 700 iscritti nei diversi maneggi sparsi sul territorio - spiega l’avvocato Stelio Pesciallo, presidente della Federazione ticinese sport equestri -. Le diverse realtà riescono a organizzare, tra Losone, Riviera e il Malcantone, da cinque a sei concorsi ippici di salto ogni anno". La federazione, inoltre, ha anche una commissione, "cavallo e ambiente", che si occupa appunto di conciliare le attività in percorsi di montagna, lungo fiumi, boschi e in campagna. "Nella nostra piccola realtà - riprende Pesciallo - cerchiamo di offrire servizi non soltanto per l’agonismo ma anche per avvicinare i giovani agli sport equestri, portarli ad ottenere i diversi brevetti, da quello regionale a quello nazionale. Molti nostri ragazzi, poi, partecipano a gare nazionali o a quelle che si svolgono in Italia, dove ci sono strutture molto interessanti e moderne".
Fra le tante attività presenti in Ticino vanno poi citate le colonie a cavallo, adatte soprattutto ai giovanissimi e tutta una serie di corsi per ogni esigenza. Inoltre, sono numerosi i maneggi con personale specializzato. Come il Club house a Novazzano o l’Associazione ticinese rieducazione equestre di Claro, senza scopo di lucro nata nel 1989, che utilizza il cavallo per aiutare anche le persone affette da sclerosi multipla.

m.sp.
(1 - continua)
15-07-2018 01:00


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Romania:
scontri e feriti
nel corteo
anticorruzione

La Nasa
lancia "Parker",
la sonda
verso il Sole