Lo “Swiss Doctor” guerriero del dolore

Ormai un bambino cambogiano su cinque è curato nelle strutture del medico zurighese