Altri articoli
di 0
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il mercato milionario
che finanzia la Jihād
Guido Olimpio
Guido Olimpio
I cyber guerrieri
alla guerra di Putin
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Dopo la presa di Mosul
tornerà la guerriglia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il nuovo mondo
secondo Trump
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Libere di essere
mamme e lavoratrici
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il trionfo dei cibi
prêt-à-manger
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Soltanto la prevenzione
potrà metterci al sicuro
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca



ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
23.02.2017
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da giovedì 23 febbraio 2017 alle ore 11.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale
17.02.2017
Concorso per la nomina di vicedirettori/vicedirettrici delle scuole medie superiori
17.02.2017
Il Cantone Ticino dispone di un rating ufficiale pubblico Aa2 outlook stabile, assegnato dall’agenzia Moody’s Public Sector Europe.
15.02.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, gennaio 2017
10.02.2017
Rapporto d'attività 2016 della Sezione del lavoro
09.02.2017
Sono aperte le iscrizioni ai corsi maturità professionale MP2
07.02.2017
Concorso per funzioni di direzione e di vicedirezione delle scuole professionali secondarie e superiori per il periodo 2017/2021
02.02.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 14 febbraio prossimo
18.01.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2016
12.01.2017
Newsletter DFP Ticinoinformazione - edizione dicembre 2016
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

LIBRI di Marco Bazzi
Immagini articolo
L’apocalisse di London
si colora di scarlatto
Marco Bazzi


Era l’estate del 2013 quando scoppiò la Peste. Io avevo ventisette anni e lo ricordo bene (…). A quei tempi parlavamo attraverso lo spazio, a migliaia di chilometri di distanza. E ci giunse voce che una strana malattia era scoppiata a New York. Allora in quella città che la più imponente di tutta l’America abitavano diciassette milioni di persone".
Descrivendo il mondo come sarebbe stato 101 anni dopo, Jack London si rivelò essere non solo un visionario ma anche in un certo senso un profeta. Oggi infatti lo stato di New York conta circa 19 milioni di abitanti.
Ma nel suo romanzo post apocalittico La Peste Scarlatta, l’autore del Richiamo della foresta immaginò anche che nel 2013 la popolazione terrestre sarebbe stata di otto miliardi di anime e che gli uomini si sarebbero spostati volando da un capo all’altro della terra. Certo, i primi prototipi di aeroplani erano stati testati proprio in quegli anni, ma leggendo le pagine di London si resta comunque sorpresi…
La Peste Scarlatta è infatti considerato "un testo visionario che anticipa temi destinati ad avere larga diffusione nei decenni successivi". È ambientato nel 2073, sessant’anni dopo che una inarrestabile pandemia, la "Morte Rossa", ha eliminato gran parte del genere umano e fatto ripiombare i pochi sopravvissuti nell’età della pietra.
James Howard Smith, ex docente universitario, tra i pochi superstiti fuggiti da San Francisco, racconta ai nipoti, ridotti a piccoli selvaggi, come andarono le cose e com’era il mondo prima della peste.
Proprio il morbo è protagonista assoluto del racconto: "La morte sopraggiungeva entro un’ora dai primi sintomi. C’era chi resisteva alcune ore. Molti morivano nel giro di dieci o quindici minuti…".
È una strage: "I cadaveri restavano senza sepoltura, abbandonati per la strada. Imperavano l’assassinio, la rapina e l’ubriachezza (…). Con l’arrivo della Morte Scarlatta il mondo è andato in pezzi nel modo più assoluto e irrimediabile. Diecimila anni di cultura e civiltà svaniti in un batter d’occhio".
Ma il vecchio professore formula alla fine un’amara profezia: "La polvere da sparo tornerà. Niente potrà impedirlo… La stessa vecchia storia si ripeterà. L’uomo si moltiplicherà e gli uomini si combatteranno (…). Solo a questo prezzo, con il fuoco e con il sangue, si svilupperà, un giorno ancora lontanissimo, una nuova civiltà".
19-02-2017 01:00

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »









Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

“Muro umano”
in Messico
per protestare
contro Trump

Luci ai semafori
per salvare
chi usa troppo
gli smartphone

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch