Altri articoli
di 0
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.09.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– per l'anno 2018 [www.ti.ch/commesse]
19.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2019
17.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2019
11.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2019
09.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2019
04.09.2019
La Segreteria del Gran Consiglio ha provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 16 settembre prossimo
03.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio 2019
02.09.2019
Aggiornati e completati i dati sugli impianti di depurazione delle acque [www.ti.ch/oasi]
30.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, luglio 2019
27.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2018
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Groenlandia fa gola
alla Cina e all'America
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I migranti in Libia
come arma di ricatto
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Killer, boss e agguati
al clan dei marsigliesi
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Onda verde e giovane
delle nuove generazioni
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

NUMERI di Loretta Napoleoni
Il risiko delle rotte
sui cieli dell'Europa
Loretta Napoleoni


Investire nell’aviazione oggi non è semplice e forse è anche un po’ pericoloso. Molti osservatori temono che il probabile rallentamento globale dell’economia ridurrà la domanda di passeggeri, fenomeno che potrebbe causare diversi fallimenti anche tra le maggiori linee aeree. Altri pensano che a causa della guerra dei dazi la Cina non onorerà gli ordini fatti a Boeing e Airbus ed acquisterà invece i nuovi modelli made in China. Un discreto numero di investitori, poi, è convinto che l’aviazione abbia raggiunto il picco del ciclo ascendente dal momento che diverse società di leasing stanno abbandonando il mercato. Gran parte delle linee aeree, va detto, non acquistano velivoli ma li affittano da imprese di leasing specializzate nell’aviazione.
Secondo alcuni analisti della City di Londra ci sono però ancora buone opportunità di investimento per i più coraggiosi. Ad esempio, c’è la Norwegian Air perennemente travagliata e costantemente in bilico tra "fallimento e salvataggio degli azionisti". Il problema vero è il fallimento del tentativo di diventare la più grande compagnia aerea intercontinentale low cost a lungo raggio e con base in Europa. Per capire: la Norwegian aspirava a ripetere a livello intercontinentale il successo del modello regionale di Ryanair. Nel breve periodo poi problemi tecnici ancora irrisolti pesano sui bilanci: non può vendere gli aerei più vecchi che ha in eccesso perché i nuovi velivoli B-737 Max, che avrebbero abbattuto i costi di gestione, sono tuttora a terra mentre i Dreamliner acquistati di recente hanno problemi al motore ancora irrisolti.
Nonostante tutto ciò, secondo gli analisti britannici, l’acquisizione della Norwegian Air potrebbe essere esattamente ciò di cui hanno bisogno altre compagnie aeree, tra cui l’International Airline Group (Aig), che controlla anche la British Airways, i cui costi di gestione continuano a crescere. Gli scioperi della British Airways di questa settimana, ad esempio, sono stati indetti dai piloti che chiedono un aumento di stipendio dell’11 per cento, che li porterà a guadagnare più delle attuali 200 mila sterline l’anno, meno, va detto, di quanto guadagnano i colleghi dell’Air France, Lufthansa e Klm. L’acquisizione della Norwegian Air darebbe all’Aig una nuova flotta e equipaggi più economici, un modello a basso costo già pronto insomma, inclusi una serie di diritti di atterraggio all’aeroporto di Gatwick. Un progetto, questo, che sicuramente non sarà gradito ai sindacati e che contribuirà ulteriormente a trasformare la British Airways in una low cost dei cieli.
15-09-2019 01:00

La copertina
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Brexit:
Londra invia
nuovi documenti
a Bruxelles

Argentina:
è in atto
un'emergenza
alimentare

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00