INVIA LA TUA DOMANDA
(anche anonimamente)
Se preferisci mandare un email: stefano.boltri.doc@alice.it
Altri articoli
di 0
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Se l'assistenza
è a lungo termine
L'INCHIESTA

Un "aiuto domiciliare"
diventato carissimo
L'IMMAGINE

Una settimana
un’immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Lei un invalida?
Ma è sui social!
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
I "Paradise Papers",
un furto di ricchezza
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il secessionismo
scuote l'Europa
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il colore "pervinca"
emblema di artificio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017
15.11.2017
Istituto della formazione continua - Pubblicato il nuovo programma gennaio-giugno 2018 dei corsi base per formatori di apprendisti
15.11.2017
Comunicazione di prassi cantonale concernente le deduzioni di spese professionali particolari degli espatriati domiciliati nel Canton Ticino
08.11.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 8 novembre 2017 alle ore 10.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
07.11.2017
I dati del censimento annuale dei rifiuti sono ora consultabili in modo interattivo anche sul portale dell'Osservatorio Ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
30.10.2017
Pubblicato nuovo formulario per la compilazione elettronica della dichiarazione dei redditi 2017 dei Patriziati, con la funzione di somma automatica
24.10.2017
Aggiornato il sito tematico del Parco del Piano di Magadino [www.ti.ch/ppdm]
19.10.2017
Pubblicati i dati del traffico sulla rete stradale in Ticino nel 2016 [www.ti.ch/conteggi]
19.10.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2017
18.10.2017
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da mercoledì 18 ottobre 2017 alle ore 12.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio



ANIMALI di Stefano Boltri
Come e perché
un cane sano muore
Stefano Boltri


La lettera
Egregio dottore, sono ancora frastornato e triste per la morte del mio cane, avvenuta così, improvvisamente e senza alcuna causa apparente. Stava bene, mangiava, correva, saltava e sembrava pieno di salute, invece ora sono qua ad incolparmi per qualche segnale che ho forse trascurato. Ho sbagliato qualcosa io oppure fatti come questo sono frequenti? E se così fosse, quali sono le patologie che possono causare la morte improvvisa di un animale in apparenza sano?

La risposta
Nel cane si definisce morte improvvisa, un decesso avvenuto in un animale in apparenti buone condizioni di salute. Il soggetto colpito è quindi sano, oppure portatore di una patologia che può essere causa di morte improvvisa. Le cause sono molteplici ed in base alla loro frequenza la medicina le ha distinte in quattro gruppi eziologici: cause cardiache; avvelenamenti; patologie gastro enteriche; traumi.
Non mi è possibile ipotizzare una causa di morte nel suo caso specifico, proprio l’esistenza di numerose patologie deve condurre ad un procedimento ragionato che escluda tutte le altre. Quindi dovrei farle un vero e proprio interrogatorio per riuscire ad orientarmi. Infatti, la descrizione dei segni clinici, la loro insorgenza, la loro evoluzione ed intensità rappresenterebbero già un grosso aiuto. Vanno anche valutate le circostanze nelle quali è avvenuto il decesso: traumi, colpi di calore e avvelenamenti sono tipici di animali che vivono all’aperto. Se il cane appartiene ad una razza tipo boxer o dobermann si è propensi a pensare ad un problema di tipo genetico. Infine, anche l’età può influire, in quanto i soggetti giovani sono soggetti a patologie cardiache congenite, traumi od occlusioni intestinali.
Comunque sia, in tutti i casi di morte improvvisa una diagnosi certa si può emettere solo dopo avere effettuato un esame necroscopico. L’autopsia deve essere eseguita il prima possibile per prevenire fenomeni autolitici e putrefattivi che sopravvengono rapidamente in caso di mancato congelamento. Rapidità necessaria soprattutto se si vuole fare luce su eventuali cause gastroenteriche.
26-02-2017 01:00


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Parigi:
Hariri annuncia
il ritorno
a Beirut

Zimbabwe:
corteo
contro
Mugabe