INVIA LA TUA DOMANDA
(anche anonimamente)
Se preferisci mandare un email: stefano.boltri.doc@alice.it
Altri articoli
di 0
LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

I matrimoni politici
impossibili (o quasi)
L'INCHIESTA

Il bluff della canapa light
in 5 minuti diventa droga
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Gli affari d'amore
non si fanno in banca
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Trump con i tassi bassi
sogna d'essere Reagan
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La guerra senza confini
dei "mercenari killer"
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
07.11.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 19 novembre prossimo
26.10.2018
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2017 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
26.10.2018
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da sabato 27 ottobre 2018 alle ore 8:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
24.10.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 5 novembre 2018.
23.10.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all’aperto (RLCFo/RaLLI) in vigore in Ticino e Moesano dal 26 settembre e in Val Poschiavo dal 16 ottobre 2018, viene da oggi esteso anche alla Val Bregaglia
22.10.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2018
16.10.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) in vigore in Ticino e Moesano dal 26 settembre 2018, viene da oggi esteso anche alla Val Poschiavo
11.10.2018
Pubblicati i dati di funzionamento degli impianti di depurazione in Ticino [www.ti.ch/oasi]
04.10.2018
Avvio della consultazione del Progetto di risanamento fonico delle strade cantonali e comunali del Luganese [www.ti.ch/rumore]
03.10.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 15 ottobre prossimo

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

ANIMALI di Stefano Boltri
Come e perché
un cane sano muore
Stefano Boltri


La lettera
Egregio dottore, sono ancora frastornato e triste per la morte del mio cane, avvenuta così, improvvisamente e senza alcuna causa apparente. Stava bene, mangiava, correva, saltava e sembrava pieno di salute, invece ora sono qua ad incolparmi per qualche segnale che ho forse trascurato. Ho sbagliato qualcosa io oppure fatti come questo sono frequenti? E se così fosse, quali sono le patologie che possono causare la morte improvvisa di un animale in apparenza sano?

La risposta
Nel cane si definisce morte improvvisa, un decesso avvenuto in un animale in apparenti buone condizioni di salute. Il soggetto colpito è quindi sano, oppure portatore di una patologia che può essere causa di morte improvvisa. Le cause sono molteplici ed in base alla loro frequenza la medicina le ha distinte in quattro gruppi eziologici: cause cardiache; avvelenamenti; patologie gastro enteriche; traumi.
Non mi è possibile ipotizzare una causa di morte nel suo caso specifico, proprio l’esistenza di numerose patologie deve condurre ad un procedimento ragionato che escluda tutte le altre. Quindi dovrei farle un vero e proprio interrogatorio per riuscire ad orientarmi. Infatti, la descrizione dei segni clinici, la loro insorgenza, la loro evoluzione ed intensità rappresenterebbero già un grosso aiuto. Vanno anche valutate le circostanze nelle quali è avvenuto il decesso: traumi, colpi di calore e avvelenamenti sono tipici di animali che vivono all’aperto. Se il cane appartiene ad una razza tipo boxer o dobermann si è propensi a pensare ad un problema di tipo genetico. Infine, anche l’età può influire, in quanto i soggetti giovani sono soggetti a patologie cardiache congenite, traumi od occlusioni intestinali.
Comunque sia, in tutti i casi di morte improvvisa una diagnosi certa si può emettere solo dopo avere effettuato un esame necroscopico. L’autopsia deve essere eseguita il prima possibile per prevenire fenomeni autolitici e putrefattivi che sopravvengono rapidamente in caso di mancato congelamento. Rapidità necessaria soprattutto se si vuole fare luce su eventuali cause gastroenteriche.
26-02-2017 01:00

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Atene: scontri
alle celebrazioni
per la Rivolta
del Politecnico

CIA:
il principe saudita
ha fatto uccidere
Khashogggi