Altri articoli
di 0
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Lampi di guerra
e fulmini su Trump
L'INCHIESTA

Viviamo circondati
da 8mila videocamere
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Dalle buche di Roma
a quelle di Bellinzona
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ecco come l'Occidente
scoprì la globalizzazione
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Alienati per il lavoro?
La cucina è l'antidoto
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.04.2018
Pubblicato il nuovo sito tematico "Mobilità ciclabile" della Sezione della mobilità [www.ti.ch/bici]
17.04.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, marzo 2018
10.04.2018
Pubblicato il rendiconto 2017 del Consiglio della magistratura
05.04.2018
Tiro obbligatorio 2018
28.03.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 9 aprile prossimo
22.03.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2018
21.03.2018
L'Ufficio dei beni culturali (UBC) ospite della trasmissione RSI "Finestra popolare" per una serie di incontri dedicati al patrimonio culturale del Cantone Ticino.
21.03.2018
Aperte le iscrizioni all'evento "Un’altra opportunità è d’obbligo - La nuova procedura di annuncio dei posti vacanti" promosso dal Servizio aziende URC della Divisione dell’economia del DFE.
16.03.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, febbraio 2018
12.03.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere Ticino, gennaio 2018 e quarto trimestre 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

STORIE di Patrizia Guenzi
Immagini articolo
'Da grande cucinerò
in un ristorante stellato'
Patrizia Guenzi


Sto cucinando, ho tutte le mani sporche di cioccolata. Le passo la mamma". Pauline Clouet, 11 anni, di Servion (Vd), al cronista preferisce le meringhe al cioccolato. Forse tutta questa attenzione neanche la comprende. Per lei, piccola regina delle spatole, torte e pasticcini non hanno più segreti. Sono la cosa più semplice del mondo. Ma visto che ha appena vinto la quarta edizione della "Cuillière d’or" di Parigi, prestigioso concorso solo per ragazze, la curiosità è lecita. Pauline ha infatti dominato la categoria 11-15 anni con un brownie al cioccolato e agrumi guarniti di crema al bergamotto. Non ce n’è stato per nessuna. Addirittura il re dei pasticceri, il francese Pierre Hermé, l’ha descritto un "lavoro da adulto e da professionista". Niente da fare. Pauline, rimette le mani in pasta. Sarà mamma Stephanie a girare le nostre domande alla figlia.
Una passione molto precoce quella di Pauline per la cucina. "Sia per i dolci che per i piatti gastronomici", dice la giovane che ha già partecipato a corsi di alto livello. "Masterchef è il mio sogno, Anne-Sophie Pic il mio idolo - aggiunge -. Lei è l’unica donna in Francia ad essersi guadagnata 3 stelle Michelin. Vi rendete conto?". "Masterchef francese è un concorso per adolescenti", spiega la mamma, ormai abituata a soddisfare le richieste culinarie della figlia. Studentessa modello, inutile chiederle cosa farà da grande. "Aprire una pasticceria tutta mia o un ristorante, magari stellato", risponde Pauline senza esitazioni.
Beh, le carte le ha in regola la ragazzina. Eccome. Ben poche alla sua età possono esibire una vittoria alla Cuillère d’Or. Per cui ha studiato tantissimo. Conferenze, libri di ricette, corsi di cucina... La partecipazione al prestigioso concorso è nata un po’ per caso. "È stata un’amica di mamma a segnalarcelo - dice -. Mi sono informata e ho visto che era una gara molto esigente. Da sola non potevo farcela, avevo bisogno di un coach".
Fan delle trasmissioni televisive di cucina, Pauline scrive quindi a "Le meilleur pâtissier". Vuole conoscere la sua vedette preferita, Mercotte. "Le dico che voglio partecipare a una sua puntata. E lei mi invita al Salone della ristorazione di Lione". E qui, Pauline fa un altro incontro. Decisivo per il suo futuro: Patrick Bovon, pasticcere a La Tour-de-Peilz e coach nel 2017 dell’equipe svizzera ai mondiali di pasticceria. Pauline gli chiede di diventare il suo allenatore. "Non mi ha risposto subito, prima ha voluto testarmi con domande sulle differenti paste e altri termini tecnici. Solo dopo mi ha detto ‘ti allenerò come un’adulta. E vinceremo’".
Il giorno in cui le comunicano di essere stata scelta, unica svizzera tra 300 candidate al concorso la Cuillère d’Or, Pauline non ci crede. "È stata una selezione sulla carta, per così dire - spiega la mamma -. Hanno valutato la foto della torta inviata da Pauline, quella al cioccolato con agrumi". Così inizia il lavoro vero. Un allenamento intensivo. Pauline e il suo coach iniziano a sfornare torte su torte. "Non ne potevamo più - ricorda la mamma -. Non sapevamo più a chi darle, chi invitare a casa per mangiare i dolci di nostra figlia".
Per mesi e mesi la cucina della famiglia Clouet diventa un tripudio di stampe, spatole, fruste, pirottini, teglie, coloranti, mascherine, anelli, fasce... Cioccolato e agrumi. Un campo di battaglia. "Per fortuna è arrivato il giorno del concorso - riprende la mamma di Pauline -. Era pronta, ma da lì a vincere...". Eppure, così è stato. Pauline esibisce orgogliosa cappello e divisa. "Non so da chi ha preso tanta passione. Io e mio marito cuciniamo volentieri, ma lei è un’altra cosa, ha una marcia in più. Quando era piccolina ricordo che ci voleva sempre aiutare e aveva già una bella manualità". Crescendo, ha acquisito velocità, precisione, metodo. La pasticceria non tollera l’approssimazione. E chi aspira a tre stelle Michelin come Pauline lo sa bene.
pguenzi@caffe.ch
22-04-2018 01:00


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Siria:
ispettori Opac
entrano
a Douma

Nicaragua:
almeno 10 morti
per le proteste
sulle pensioni