Altri articoli
di 0
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La "pentola" siriana
minaccia di esplodere
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Dopo la presa di Mosul
tornerà la guerriglia
Guido Olimpio
Guido Olimpio
I sentieri del Russiagate
portano fuori dagli Usa
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il nuovo mondo
secondo Trump
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Disposte a tutto
per i propri figli
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Cade l'ultimo tabù
per sfamare il pianeta
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Soltanto la prevenzione
potrà metterci al sicuro
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
24.05.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile e primo trimestre 2017
22.05.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, aprile 2017
17.05.2017
La Segreteria del Gran Consiglio ha provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 29 maggio prossimo
11.05.2017
Militare: Visite di reclutamento 2017
11.05.2017
Tiro obbligatorio 2017
02.05.2017
Pubblicato il nuovo Questionario legislatura 2017-2021 per i Patriziati
26.04.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria dell'8 maggio prossimo
26.04.2017
"La quiete stimola" 26 aprile 2017: giornata contro il rumore [www.ti.ch/rumore]
25.04.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da martedì 25 aprile 2017 alle ore 17.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
18.04.2017
Il Dipartimento del territorio, in collaborazione con il Dipartimento delle istituzioni, mette in consultazione il progetto di Piano di utilizzazione cantonale (PUC) che pone le basi per la realizzazione del centro di addestramento e del poligono di tiro al Monte Ceneri [www.ti.ch/dstm-consultazioni]
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

DIARIO di Giuseppe Zois
Immagini articolo
I figli non nascono
per essere "numeri 1"
Giuseppe Zois


Caro Diario, &softReturn;se qualcuno poteva ancora illudersi che ragazzi e adolescenti non fossero lambiti dall’usura di cui soffre in generale la società degli adulti, ora è suonato forte il campanello d’allarme della Federazione ticinese di calcio. La misura è colma e il vaso ha traboccato. Dopo i "comportamenti antisportivi" e i "gravi fatti" delle ultime settimane - con giovani arbitri molestati, insultati, minacciati e colpiti - è stata decisa la sospensione per un turno dei campionati Allievi. Non solo: tutte le partite delle categorie Attivi inizieranno con 15’ di ritardo. Obiettivo dichiarato: far riflettere. Tutti sono stati molto categorici nel condannare, dal presidente Fct, Fulvio Biancardi, al più alto livello istituzionale, con la dura nota del consigliere di Stato, Manuele Bertoli che pone l’interrogativo cruciale su "cosa fare" a fronte della deriva in atto. Parole coraggiose: "Se l’agonismo diventa competitività estrema, se si fatica ad accettare una decisione arbitrale, se dagli spalti degli adulti si gridano insulti a ragazzini che giocano al pallone o che fanno gli arbitri, allora dobbiamo fermarci un momento a riprendere alcuni concetti fondamentali".
NON È UNA novità di oggi: questo tempo insegna soprattutto a dominare. Conta solo vincere. Per essere "bravi", bisogna primeggiare, diventare, raggiungere: tutti verbi poco formativi. Essere numeri uno non è facile: eccellere implica uno sforzo che espone l’individuo a un pesante logorio. Costringere all’affermazione per gonfiare l’autostima porta a eccessi d’ogni genere, fino alla droga. Vogliamo parlare di prepotenze varie, di bullismo, ora anche in versione cyber, di violenza? La degenerazione è tale che spinge molti genitori a voler bene ai figli in misura dei successi che ottengono nella scuola, nello sport, nei vari campi dove si impegnano e si esprimono. L’effetto perverso che si ottiene, accanto al delirio di protagonismo, è quello della disistima, della sfiducia e dello scoraggiamento in chi non ce la fa a tenere il passo che la competitività impone.
IN UN MONDO dove ciascuno deve essere turbo, altrimenti è bollato di mediocrità, i comportamenti dirompenti non costituiscono più l’eccezione, ma sono quasi la regola. Poi raccogliamo i frutti di questa mentalità che cola innanzi tutto da certi modelli di comunicazione e di spettacolo, dove trionfa chi prevarica. La cattedra del peggio è trascinante, dal linguaggio ai modi. C’è poi da meravigliarsi se sui campetti calcistici dei ragazzi tocca assistere a risse che dal terreno di gioco arrivano agli spogliatoi, in tribuna e oltre? Realisticamente dovremmo trarre qualche conclusione, ben sapendo che non basteranno provvedimenti disciplinari, interventi sospensivi, multe, anche eventuali condanne. Invece di inculcare l’ossessività dell’essere primi, molto meglio educare a vivere nel presente, trovando anche un po’ di gioia e di soddisfazione nel fatto di esistere più che di vincere.
21-05-2017 01:00
La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Papa Francesco
a Fatima,
fra 600.000
pellegrini

Egitto
17 mummie
scoperte
a Minya

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch