Altri articoli
di 0
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il mercato milionario
che finanzia la Jihād
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Dopo la presa di Mosul
tornerà la guerriglia
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Ecco il nuovo volto
del terrorismo global
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il nuovo mondo
secondo Trump
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Libere di essere
mamme e lavoratrici
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il pane come simbolo
della condizione umana
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Soltanto la prevenzione
potrà metterci al sicuro
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
29.03.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 10 aprile prossimo
29.03.2017
Pubblicato il rendiconto 2016 del Consiglio della magistratura
28.03.2017
Sono aperte le iscrizioni ai corsi propedeutici di matematica, di lingua tedesca e di lingua inglese per l'ammissione ai Corsi per professionisti qualificati (MP2) di maturità professionale 2018/19
28.03.2017
Pubblicato il rendiconto 2016 del Consiglio di Stato
24.03.2017
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre 2016
24.03.2017
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2017
22.03.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 22 marzo 2017 alle ore 11.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
22.03.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, febbraio 2017
17.03.2017
Concorso per la nomina di direttori/direttrici e vicedirettori/vicedirettrici delle scuole medie
14.03.2017
Servizio circondariale dello
stato civile di Bellinzona: nuovi orari
A partire dal 3 aprile 2017 entreranno in vigore i nuovi orari di apertura dello sportello.
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

DIARIO di Giuseppe Zois
Immagini articolo
L'etica in politica
è argine di prudenza
Giuseppe Zois


Caro Diario, &softReturn;quante piccole (si fa per dire) e grandi vicende ci lambiscono e ci fanno riflettere! Tutto ormai ha un raggio corto sul pianeta fattosi villaggio e molti eventi diventano sensazioni che ci prendono. "Panta rei", tutto scorre nel quotidiano divenire, come già sostenevano Eraclito (forse) e i greci. In questo fluire ci interroghiamo e ci inquietiamo, con una certezza sempre più acquisita: che più sappiamo, più soffriamo. Ma sapere, conoscere, trarre insegnamenti utili al vivere è un obbligo ineludibile. La cronaca aiuta a esistere, a constatare, a sorprendersi, a confrontarsi con la realtà. I fatti e le notizie dei fatti, arrivandoci addosso, ci interpellano e ci cambiano.
STIAMO sul grande scenario. Impressiona la valanga di corruzione che continua a incancrenire i giorni, senza passaporto. La Francia si alza con uno scandalo ogni mattina nei piani più alti della politica: François Fillon sembrava già nuovo presidente nel desolante Eliseo di Hollande ed è stato travolto dall’inchiesta sugli stipendi pubblici della moglie Penelope e dei figli. Altro ancora si annuncia all’orizzonte, con nuovi capi d’accusa per il leader azzoppato dei Républicains. Nel polverone sollevato dal tonante botto, ecco un’altra deflagrazione, pure per disinvoltura nello sconfinamento dall’erario pubblico al domestico: Bruno Le Roux, ministro socialista dell’Interno, è costretto a dimissionare per l’assunzione delle figlie minorenni come collaboratrici in parlamento. Patetico nel tentativo di giustificarsi: date le prolungate assenze da casa, era un’occasione di vicinanza affettiva (retribuita). La toppa peggio del buco. L’ex-ministro era stato lestissimo a calare lezioni di moralità a Fillon. Che sfrontato! Dimenticava che la meraviglia è appostata dietro la porta di ognuno. La corruzione in politica è un furto alla democrazia, un tradimento della fiducia. Come si regoleranno i francesi quando fra un mesetto andranno a votare?
RIMANENDO in materia e guardando in casa nostra, interessante quanto emerso in consiglio comunale a Lugano a proposito del Codice etico, che un’interrogazione di Michele Malfanti proponeva di estendere dall’ambito scolastico a quello del Municipio cittadino. Una cartina di tornasole per l’onestà e la trasparenza nei comportamenti, soprattutto degli amministratori pubblici. L’eccesso di zelo ha comunque un’innegabile utilità d’immagine per chi ha responsabilità istituzionali. Certo, è pur vero che diventa difficile stabilire chi deve vigilare e, ancor più, chi dovrebbe sanzionare. Michele Foletti, capodiscastero delle Finanze, ha abilmente dribblato l’ostacolo passando la palla all’elettore: la scheda può diventare un efficace cartellino rosso, ma un argine in più di difesa non guasta mai, per nessuno. Angoscia nevrotica? La prudenza è una storica vestale del senso dello Stato. Sappiamo bene che ci sono altri presidi, in primis la Giustizia, ma a quel punto il danno è fatto. Meglio rafforzare il più possibile l’azione preventiva, fatta di educazione e di volontà. Il conclamato (a parole) culto dell’etica ha riservato spesso pagine vuote o nere nel gran libro della storia.
26-03-2017 01:00
La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Alluvione
in Perù
tre regioni
isolate

Francia
ucciso attentatore
all'aeroporto Parigi.
Era un francese

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch