Altri articoli
di 0
LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

Gli ospedali diventano
cliniche specializzate
L'INCHIESTA

Il successo di Airbnb
infastidisce gli hotel
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Nuovi caccia finanziati
con la colletta sul web
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Geografia della rabbia
contro la globalizzazione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Ladri e spacciatori
cambiano il Califfato
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.12.2018
Licenziato il messaggio relativo all’approvazione del Piano cantonale delle aggregazioni
12.12.2018
Ampliato il ventaglio dei colori per le mappe della qualità dell'aria [www.ti.ch/oasi]
09.12.2018
Nuovo orario 2019 per i mezzi di trasporto pubblico in Ticino [www.ti.ch/trasporti]
07.12.2018
Concorsi scolastici 2019/2020 - è aperto il concorso per la nomina e l'incarico di docenti e operatori
06.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2018
05.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2018
05.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2018
05.12.2018
Aggiornati i dati su consumo e produzione di energia in Ticino consultabili nel portale dell'Osservatorio ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
30.11.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2018
29.11.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

IL PUNTO di Michel Guillaume
Immagini articolo
Le donne sono il futuro
del Consiglio federale
Michel Guillaume


Simonetta Sommaruga, Viola Amherd, Karin Keller-Sutter: il 5 dicembre scorso le donne hanno ritrovato una quasi parità in Consiglio federale. Una giornata storica che resterà impressa nella memoria.
È in effetti la prima volta che tre formule magiche sono realizzate. La prima, quella della rappresentazione di quattro dei più importanti partiti della svizzera secondo la loro forza in governo; due seggi per l’Udc, due per il Ps, due per il Plr e uno per il Pdc. La seconda, ha accontentato le minoranze linguistiche accordando 4 seggi agli svizzero tedeschi, due ai romandi e uno a un ticinese. Infine, la terza rispetta la parità con tre seggi per le donne e quattro per gli uomini O il contrario, un caso che potrebbe avverarsi molto presto. Quando il ministro delle finanze Ueli Maurer, 68 anni, lascerà, probabilmente tra meno di due anni dovrà logicamente passare la mano a Magdalena Martullo Blocher che durante questa legislatura s’è imposta come la nuova locomotiva del gruppo Udc.
Concordanza, protezione delle minoranze e parità di genere. Mai il Consiglio federale aveva rispettato i valori che fanno la forza della Svizzera. L’arrivo di due nuove donne dovrebbe favorire un nuovo clima in governo e una nuova spinta. Negli ultimi dieci anni il Consiglio federale ha smesso di governare. Dossier europeo, previdenza vecchiaia, riforma della fiscalità delle imprese: su questi tre dossier capitali per l’avvenire del Paese il parlamento ha ogni volta dovuto correggere i progetti non sufficientemente maturi per l’esecutivo.
Senza cadere nei cliché, va detto che spesso le donne sono più coraggiose degli uomini nel prendere le decisioni. Negli ultimi decenni sono loro che hanno fatto la storia svizzera. Negli Anni 90, Ruh Dreifuss ha giocato il ruolo di pioniere con la politica contro la droga, riducendo  il numero dei tossicomani morti per overdose. Nel 2011, Doris Leuthard, in un governo composto in maggioranza da donne, ha fatto uscire la Svizzera dal nucleare. Poco dopo, Eveline Widmer-Schlumpf ha iniziato lo scambio automatico di dati, mettendo fine al segreto bancario. Le donne hanno uno spirito più indipendente, ha detto Doris Leuthard annunciando le sue dimissioni. Riflettono e funzionano in modo diverso dagli uomini. Hanno un rapporto più distaccato con il potere. Mandano avanti una proposta senza sfruttare l’occasione per mettersi in mostra.
16-12-2018 01:00
La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

USA:
il segretario
all'interno
lascia

Cairo:
Scoperta
nuova tomba
della V dinastia