Altri articoli
di 0
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il Califfo capitola
ma non all'estero
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I nuovi pirati del mare
sono gli scafisti armati
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Da al Quaeda a Isis
tutto si è semplificato
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il secessionismo
scuote l'Europa
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Disposte a tutto
per i propri figli
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nei menù si trova
la civiltà del domani
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, agosto 2017
14.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, secondo trimestre 2017
11.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio e secondo trimestre 2017
07.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, secondo trimestre 2017
07.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2017
06.09.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 18 settembre 2017.
05.09.2017
Pubblicati i dati di quattro ulteriori punti di misura delle PM2.5 in Ticino: Airolo, Locarno, Brione e Pregassona [www.ti.ch/oasi]
30.08.2017
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2016
30.08.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio e secondo trimestre 2017
24.08.2017
Proscioglimento dagli obblighi militari 2017
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

IL PUNTO di Michel Guillaume
Immagini articolo
Il Consiglio degli Stati
Camera dell'opacità
Michel Guillaume


Sotto la cupola di Palazzo federale a Berna, convivono due classi politiche: i 46 senatori del Consiglio degli Stati e gli altri, i 200 membri del Consiglio nazionale. È un po’ una convivenza tra un’elite e la plebe. Da un lato, la "camera della riflessione" in cui dominano di dibattiti ragionati e vellutati, dall’altro, l’emiciclo dei fracassoni, dove l’arte oratoria è molto più burrascosa.
Eppure lo scorso 12 settembre è proprio il Consiglio degli Stati ad essersi "smarrito", per non dire ridicolizzato. Con 27 voti contro 17, la Camera alta ha respinto un’iniziativa parlamentare della sua stessa Commissione delle istituzioni politiche, che proponeva di adottare lo stesso metodo di trasparenza già introdotto al Nazionale. Alla Camera del popolo, infatti, dalla notte dei tempi (o quasi) il voto dei deputati è pubblico. Se, ad esempio, un consigliere nazionale vota contro la linea dettata dal proprio partito, non mantenendo le promesse elettorali, tutti i cittadini possono saperlo. E ricordarsene a lungo grazie agli archivi su internet.
Il Consiglio degli Stati, che ha conservato a lungo il sistema di voto per alzata di mano, non ha raggiunto lo stesso livello di trasparenza. Dopo molti errori nel conteggio dei voti, che hanno reso caotici alcuni dibattiti, il senato ha finito per accettare il sistema elettronico di voto. Ma rifiuta ancora di pubblicare il dettaglio dei voti espressi.
I partigiani dell’opacità azzardano una spiegazione, secondo cui si tratterebbe di preservare una preziosa cultura politica. Agli Stati, si riesce spesso a trovare la via di compromesso al di là delle frontiere partigiane o cantonali, come dimostrato dal dibattito sulla riforma delle pensioni. I senatori apprezzano questo margine di manovra, che  sparirebbe - dicono - in caso di totale trasparenza dei voti. Temono come la peste le classifiche stilate dalle lobby, siano esse quelle dell’Usam o del Wwf.
I partigiani di questa anacronistica opacità, però, sono stati sfortunati. Perché il Tages Anzeiger ha fotografato il tabellone elettronico dei voti proprio dopo questo dibattito. Il quotidiano zurighese ha così potuto rilevare che al Consiglio degli Stati, la maggioranza si è formata in modo trasversale tra i partiti. Compreso il Partito socialista, a partire dal suo presidente, il friborghese Christian Levrat. È il colmo! È proprio il Ps ad aver lanciato un’inizativa per la trasparenza in politica, esigendo che partiti e comitati elettorali rendano pubblici i conti.
Christian Levrat è forse il politico più influente del Paese perché, da eccellente stratega, sa creare alleanze a volte sorprendenti, come quella con i contadini. Che abbia timore nell’assumere apertamente le proprie scelte non è solo segno di incoerenza, ma anche di debolezza.
17-09-2017 01:00
La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Corea del Nord:
bombardieri
Usa sorvolano
le coste

Francia:
i "ribelli"
in piazza
contro Macron

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch