Altri articoli
di 0
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
27.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 dicembre 2019
27.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2019
22.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2019
18.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2019
15.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Un traguardo sociale
ma ancora non per tutti
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'attentato a Londra
rilancia l'allarme jihad
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IL PUNTO di Gerhard Lob
Senza il patto con l'Ue
rischio delocalizzazione
Gerhard Lob


Felix Schönle gestisce la Wernli Sa a Rothrist nel Canton Argovia. La piccola ditta famigliare è specializzata nella produzione di tessuti medicali. Schönle in questi giorni ha fatto un annuncio che ha fatto clamore nella Svizzera tedesca. L’anno prossimo porterà 25 dei 50 posti di lavoro in Ungheria, stato membro dell’Ue. Il trasferimento di questi posti non viene fatto per risparmiare soldi; Schönle per anni ha combattuto per restare in Svizzera. La ragione è l’incertezza giuridica dovuta alla mancanza dell’accordo quadro fra la Svizzera e l’Ue.
Nel maggio 2020 nell’Ue entrerà in vigore una nuova ordinanza sui dispositivi medici. Senza accordo quadro la ditta argoviese in futuro dovrà svolgere una procedura pesante per l’omologazione dei suoi prodotti visto che la Svizzera viene considerata Paese terzo. Finora un accordo reciproco permetteva alla Wernli Sa di esportare senza problemi e costi supplementari i suoi prodotti nello spazio europeo che è il mercato più importante per questa piccola azienda.  Ma senza accordo quadro questa reciprocità non è più garantita.
L’esempio dal ramo MedTech illustra bene come la questione dell’accordo quadro non sia solo una discussione teorica sulla sovranità di uno stato, ma ha delle conseguenze molto concrete sull’economia e sul nostro mercato di lavoro. Ma nella politica i mulini girano molto lentamente. Dopo discussioni quasi quotidiane il dossier sull’accordo quadro sembra sparito, visto che il Consiglio federale ha deciso di affrontare prima "L’iniziativa per la limitazione" lanciata dall’Udc sulla quale voteremo probabilmente in maggio. Iniziativa che chiede in sostanza di abrogare i bilaterali con l’Ue. Ma il fatto che il tema dell’accordo quadro sia sparito non vuol dire che sia risolto. Anzi.
Il caso Wernli insegna che in Svizzera le imprese nella loro politica aziendale spesso anticipano la politica. L’abbiamo visto con il segreto bancario. Quando le grandi banche avevano già cominciato di allentare il segreto la politica lo difendeva a spada tratta. Solo la pressione dall’estero ha spinto il governo a cambiare marcia. La Svizzera è un Paese stabile, con una democrazia diretta esemplare, ma con una debole leadership da parte del governo federale. Perciò sarebbe utile che il consiglio federale premesse sul pedale per trovare una soluzione nel dossier dell’accordo quadro. Se non si trova una soluzione in tempo utile si rischia che altre imprese, grandi o piccoli, seguano l’esempio della Wernli Sa di Rothrist.
01-12-2019 01:00

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Arrestato
il presunto
aggressore
dell’Aja

Un trono
di soldi…
con lo scopo
di farne di più

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00