Altri articoli
di 0

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.03.2020
Pubblicazione straordinaria: Decreto esecutivo concernente l’annullamento e il rinvio delle elezioni comunali per il periodo 2020-2024 del 18 marzo 2020
18.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2020
13.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2020
11.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
28.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2020
26.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 marzo 2020
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Se si stampa il denaro
solo per indebitarsi
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
NUMERI di Loretta Napoleoni
Dagli aspirapolveri
ai ventilatori medici
Loretta Napoleoni


Uno studio dell’Imperial College di Londra stima che il 30 per cento dei pazienti ricoverati a causa del Covid-19 necessiterà di ventilazione meccanica. Tanto per avere un’idea dei numeri: il governatore di New York, Andrew Cuomo, ha appena richiesto 30.000 ventilatori; il governo del Regno Unito ne sta facendo costruire più di 1.200 e prevede che al culmine dell’epidemia ne saranno necessari 30.000.
In realtà i ventilatori meccanici non sono apparecchiature estremamente complicate, sono infatti sofisticate pompe che controllano il flusso di ossigeno e di aria nei polmoni, supportandoli quando non riescono a svolgere il loro lavoro, cioè a far respirare il paziente. Allora perché sono così difficili da progettare? Viene spontaneo chiedersi. Perché devono essere estremamente affidabili in un ambiente ad alto rischio. Le unità di terapia intensiva sono sempre sovraffollate ed i medici devono occuparsi di più pazienti simultaneamente, non possono monitorare le macchine, ecco perché la loro affidabilità deve essere perfetta. Se un ventilatore meccanico si inceppa o se si alterano le sue funzioni, con molta probabilità il paziente morirà. Facile intuire il motivo per cui questo tipo di macchina è difficile da costruire e perché va testata nel modo giusto.
È però anche vero che molte imprese che operano in settori diversi da quello ospedaliero sono in grado di produrre ventilatori meccanici. Tra quelle che lo stanno già facendo c’è la Formula ed imprese come la Dyson, la società produttrice di elettrodomestici famosa per le sue aspirapolveri, che ne ha già in cantiere 10.000. Intanto imprese che producono sistemi per i pazienti meno critici, come la Smiths Medical che ha il brevetto per il Cpap (Continuous Positive Air Pressure), una macchina usata per controllare l’apnea notturna, stanno studiando sistemi alternativi. Allo stesso tempo ingegneri e ricercatori un po’ dovunque cercano altre soluzioni, tra cui Ventil, una nuova macchina che, se collegata a un ventilatore, può far respirare due pazienti allo stesso tempo.
In tutto ciò, non poteva mancare il ventilatore fai-da-te. Un’organizzazione chiamata End Coronavirus, alla quale hanno aderito esperti, imprenditori e volontari in tutto il mondo utilizza le open source per progettare ventilatori. L’idea è di offrire a regioni povere, come l’Africa ed il Sud America, l’accesso gratis a progetti relativamente semplici per costruire ventilatori meccanici.
05-04-2020 01:00


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Coronavirus,
negli Stati uniti
1500 decessi
in appena 24 ore

Francia:
accoltella persone
nel centro
di Romans-sur-Isère

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00