function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};

Altri articoli
di 0
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Falliti gli obiettivi Onu
su sostenibilità e salute
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Anche la pista siriana
dietro la strage di Beirut
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Un viaggio tra i popoli
sull'idea del nuovo inizio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Confinamento più efficace
dei negoziati dell'Onu
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni
NUMERI di Loretta Napoleoni
Sulla città araba del futuro
investimento da 500 miliardi
Loretta Napoleoni


È in Arabia Saudita che si sta progettando la città del futuro, Neom, meglio conosciuta come "la linea" perché costruita lungo una retta di 170 chilometri nel nord ovest del Paese, tra il mar Rosso ed il Golfo di Aqaba. L’idea è del principe Mohammed Bin Salaman (Mbs), figura estremamente controversa, che vorrebbe che Neom diventasse il modello di vita urbana dei suoi sudditi. In primis, sarà ad emissione zero; gli abitanti non useranno auto, tutto sarà accessibile a piedi dalle scuole agli ospedali alle palestre ed agli uffici; le infrastrutture, inclusi i treni ad alta velocità, saranno ubicati sottoterra.
L’urbanizzazione sarà nascosta per non alterare il paesaggio naturale, anche se la striscia abitabile attraverserà il deserto e catene di montagne desolate. Ecco spiegato in parte tutto il costo astronomico di Neom, 500 miliardi di dollari, di cui solo una piccola parte iniziale verrà elargita dal Fondo dei lavori pubblici Saudita, il resto dovrebbe arrivare da investitori, inclusi quelli internazionali, decisamente visionari. Mbs è convinto che si tratti di un ottimo investimento, secondo le sue previsioni per costruire la città del futuro dove abiterà un milione di persone, si creeranno 380 mila nuovi posti di lavoro che aggiungeranno 48 miliardi di dollari al Pil saudita.
Neom, che fa parte del progetto Vision 2030 lanciato dal principe, sarà gestita da intelligenze artificiali e usufruirà del 5G grazie al quale saranno i robot a svolgere una serie di lavori come i giardinieri e le cameriere.
Esistono però dei grossi impedimenti economici alla realizzazione del progetto: il crollo del prezzo del petrolio e la pandemia hanno duramente colpito le finanze saudite. Ci sono poi anche problemi politici. Nella zona dove "la linea" verrà costruita vivono circa 20 mila persone appartenenti ad antiche tribù locali, che dovranno essere espropriate e trasferite altrove. Naturalmente tutto ciò ha generato una forte opposizione che nello stile saudita è oggetto, si dice, di repressione da parte del principe Mohammed Bin Salaman. Certo l’idea di non contaminare la natura ma di rimuovere gli abitanti della regione sembra una contraddizione. Ed è proprio quello che coloro che si oppongono al modo di governare di Mbs hanno fatto notare.
27-02-2021 21:30

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Armenia,
l’opposizione
in piazza
contro il governo

L’omaggio
dei moscoviti
a Boris
Nemtsov

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00