Il "caso Mini" in una interpellanza di Matteo Pronzini
Immagini articolo
Su Stato e giustizia
indipendenza variabile
MAURO SPIGNESI


Insomma, due pesi e due misure attacca il deputato mps Matteo Pronzini in un’interpellanza fresca fresca diretta al Consiglio di Stato. "Un anno fa - scrive - il governo rispondeva a una mia interrogazione affermando di non voler e non poter commentare l’operato della magistratura (ndr. il riferimento è al caso Caffè-Sant’Anna)". Ora invece, dice in sostanza Pronzini nella sua interpellanza, addirittura il governo scrive piccato al giudice Mauro Mini, presidente del Tribunale d’Appello, per chiedere spiegazioni su alcune sue affermazioni. Quelle fatte in occasione dell’apertura dell’Anno giudiziario.
Non pensa il governo, si chiede e chiede Pronzini, che simili lettere possano avere l’amaro sapore dell’intimidazione? "Della minaccia", scrive per la precisione Pronzini. Ma che cosa era accaduto di tanto grave perché il Consiglio di Stato scrivesse, è cosa di qualche giorno fa, al giudice e presidente Mauro Mini? Semplicemente, si fa per dire, il magistrato intervenendo all’apertura dell’Anno giudiziario, come detto, aveva pronunciato qualche parola, qualche frase suonata evidentemente pesante alle orecchie dell’esecutivo. E cioè qualche membro del governo (il riferimento è a Claudio Zali, direttore del Territorio ed ex giudice) "ha voluto indicare alla magistratura come fare le inchieste", ricorda Pronzini. E ancora, a spiegazione del contesto di riferimento: la magistratura nella vicenda Rimborsopoli, avrebbe potuto essere più coraggiosa. Tutto detto pubblicamente, a Lugano, all’apertura dell’Anno giudiziario, di fronte alle autorità.
Ne ha avuto per tutti, Mauro Mini. Anche per il parlamento e la stampa. Ecco cosa ha detto: "Il Gran consiglio non ha brillato per controlli e verifiche". E per finire una frecciata al giornalismo ticinese: "La stampa - ha osservato - non ha brillato per spirito critico". Il governo non è stato alla finestra. Ha scritto al giudice per chiedere soprattutto quale tipo di critiche avanzava alla procura. Sui metodi di inchiesta o sulle conclusioni? È stata dunque la lettera del governo al magistrato ad avere mosso le domande del deputato Matteo Pronzini, che sulla separazione dei poteri vuole chiedere un dibattito in Gran consiglio. La politica tiene le dovute distanze dalla magistratura ma... "a geometria variabile", commenta Pronzini.
10.06.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

I matrimoni politici
impossibili (o quasi)
L'INCHIESTA

Il bluff della canapa light
in 5 minuti diventa droga
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Gli affari d'amore
non si fanno in banca
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Trump con i tassi bassi
sogna d'essere Reagan
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La guerra senza confini
dei "mercenari killer"
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
07.11.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 19 novembre prossimo
26.10.2018
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2017 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
26.10.2018
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da sabato 27 ottobre 2018 alle ore 8:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
24.10.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 5 novembre 2018.
23.10.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all’aperto (RLCFo/RaLLI) in vigore in Ticino e Moesano dal 26 settembre e in Val Poschiavo dal 16 ottobre 2018, viene da oggi esteso anche alla Val Bregaglia
22.10.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2018
16.10.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) in vigore in Ticino e Moesano dal 26 settembre 2018, viene da oggi esteso anche alla Val Poschiavo
11.10.2018
Pubblicati i dati di funzionamento degli impianti di depurazione in Ticino [www.ti.ch/oasi]
04.10.2018
Avvio della consultazione del Progetto di risanamento fonico delle strade cantonali e comunali del Luganese [www.ti.ch/rumore]
03.10.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 15 ottobre prossimo

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Atene: scontri
alle celebrazioni
per la Rivolta
del Politecnico

CIA:
il principe saudita
ha fatto uccidere
Khashogggi