Solo il 4% viene ritrovato ma il record è a Neuchâtel
Immagini articolo
Ogni giorno in Ticino
spariscono 2 telefonini
ANDREA STERN


Vedere Neuchâtel, rimanere ammaliati dalle maestose dimore settecentesche in riva al lago… ma non poterle fotografare perché qualcuno vi ha appena sfilato di tasca il telefonino. Uno scenario frequente nella città romanda, che è la capitale svizzera dei furti di cellulari. Molti di più che in Ticino, dove se ne registrano circa 600 all’anno, in pratica quasi due al giorno.
In base alle statistiche dell’assicuratore Axa, a Neuchâtel i furti di questo tipo vengono messi a segno con una frequenza superiore dell’88% alla media svizzera. Seguono, nella classifica del rischio per il proprio smartphone, Losanna ( 50%) e Bienne ( 37%). Un triangolo delle Bermuda in salsa romanda che diventa particolarmente vorace a luglio, il mese durante il quale l’assicuratore riceve il maggior numero di notifiche di furti di cellulari. "In estate e durante i fine settimana - spiega Stefan Müller, responsabile sinistri di Axa -, la gente passa più tempo all’aperto per assistere alle tante manifestazioni. Questo offre maggiori opportunità ai ladri".
Axa non spiega come mai in Svizzera tedesca e in Ticino, nonostante anche in queste regioni si organizzino numerose manifestazioni, i furti di cellulare siano più rari. La città più sicura è Zugo, con una probabilità di farsi rubare il telefonino del 60% inferiore alla media. Seguono Frauenfeld (-51%) e Coira (-46%). Ma anche l’unica città ticinese presa in considerazione dallo studio, Lugano, sfodera una performance di tutto rispetto. In riva al Ceresio la frequenza dei furti di cellulari è del 30% inferiore alla media nazionale.
"Nel 2017 in Ticino sono state sporte denunce per poco più di 600 telefoni cellulari rubati - dice a al Caffè la polizia cantonale -. Un valore in linea con quelli dei due anni precedenti". Occorre inoltre sottolineare che, rispetto al passato, la situazione a sud delle Alpi è nettamente migliorata. "Nel 2013 i telefonini rubati erano stati oltre 1'000 - riprende la polizia cantonale -. E nel 2012 circa 1.400". In pochi anni i furti si sono quindi più che dimezzati. Bene. Perché quando i telefonini spariscono, difficilmente tornano al legittimo proprietario, come riconosce la stessa polizia:  "Tra quelli rubati in Ticino, solo circa il 4% viene ritrovato".

a.s.
08.07.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

La privacy è morta
evviva la privacy
L'INCHIESTA

Gli affiti il business
delle Ferrovie federali
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

E il dentista incassa
i soldi dei contribuenti
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il gioco a scacchi
tra Trump e Kim
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Dalla Russia a Roma
le avventure degli 007
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il dopo Chavez
che avvelena Caracas
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
06.02.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 18 febbraio prossimo
01.02.2019
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da venerdì 1° febbraio 2019 alle ore 9:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
30.01.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2018
29.01.2019
Concorso per funzioni di direzione e vicedirezione delle scuole medie superiori per il periodo 2019-2023
28.01.2019
I giovani e le aziende interessate a partecipare al programma di scambio Swiss Mobility sono invitati a porre candidatura entro il 15.3.2019
18.01.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2018
15.01.2019
Concorso per funzioni di direzione e vicedirezione delle scuole professionali secondarie e superiori per il periodo 2019-2023
09.01.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 21 gennaio prossimo
31.12.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 31 dicembre 2018 alle ore 09.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
21.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, dicembre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Ultimo
assalto
all'Isis
in Siria

Francia:
gilet gialli,
atto
numero 14