Attualità
Masoni prima della classe
DI CLEMENTE MAZZETTA E ELISABETTA CALEGARI, GIO...


Il miglior governo nel miglior paese possibile, per i leghisti. Un governo arroccato su se stesso per i socialisti, senza una chiara capacità di leadership per il Ppd. Passa attraverso questi giudizi l’opinione che si è fatto il Gran consiglio del proprio esecutivo nei primi 12 mesi di legislatura. Rinnovato per 2/5 (Luigi Pedrazzini e Patrizia Pesenti, i nuovi) il governo ha già affrontato alcune situazioni delicate (il caso Fart, l’affaire Cardiocentro, il tormentone dei rifiuti) e registrato qualche scossone. Per sapere che aria tira fra esecutivo e legislativo, il Caffè questa settimana ha chiesto ai 90 parlamentari di dare un voto ai propri governanti. Da 0 a 6, come si usa nelle scuole. La sufficienza è ovviamente 4. Al sondaggio hanno partecipato 68 deputati su 86 raggiunti telefonicamente (76%). Di questi, 18 hanno preferito non rispondere. C’è chi ha dato un voto d’incoraggiamento (è il caso del liberale Gendotti, che si è dimesso dal Parlamento perché eletto al Nazionale, che assegna un 5 a Buffi a condizione che difenda la scuola pubblica). Chi ha dato un sei a tutti, come Raoul Ghisletta (Ps) forse per non compromettere le trattative sindacali. La pagella va presa per quella che è, ovviamente. Eppure qualche indicazione viene data. Ad esempio, nonostante qualche voto molto basso, qualche non classificato, il Governo è promosso (media 4.6). Marina Masoni risulta essere la prima della classe, (4.9) seguita ad un’incollatura da Marco Borradori (4.8). Terzo classificato Giuseppe Buffi con 4.6. I due nuovi consiglieri di Stato fanno un po’ più fatica ad affermarsi (Pedrazzini 4.4, Pesenti, 4.4). Nel “gioco” della pagella, i partiti sostengono naturalmente i propri rappresentanti di bandiera. Tranne nel Ppd, dove Masoni supera - ma di un niente - Pedrazzini.
01.04.2000


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Se l'assistenza
è a lungo termine
L'INCHIESTA

Un "aiuto domiciliare"
diventato carissimo
L'IMMAGINE

Una settimana
un’immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Lei un invalida?
Ma è sui social!
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
I "Paradise Papers",
un furto di ricchezza
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il secessionismo
scuote l'Europa
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il colore "pervinca"
emblema di artificio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017
15.11.2017
Istituto della formazione continua - Pubblicato il nuovo programma gennaio-giugno 2018 dei corsi base per formatori di apprendisti
15.11.2017
Comunicazione di prassi cantonale concernente le deduzioni di spese professionali particolari degli espatriati domiciliati nel Canton Ticino
08.11.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 8 novembre 2017 alle ore 10.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
07.11.2017
I dati del censimento annuale dei rifiuti sono ora consultabili in modo interattivo anche sul portale dell'Osservatorio Ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
30.10.2017
Pubblicato nuovo formulario per la compilazione elettronica della dichiarazione dei redditi 2017 dei Patriziati, con la funzione di somma automatica
24.10.2017
Aggiornato il sito tematico del Parco del Piano di Magadino [www.ti.ch/ppdm]
19.10.2017
Pubblicati i dati del traffico sulla rete stradale in Ticino nel 2016 [www.ti.ch/conteggi]
19.10.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2017
18.10.2017
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da mercoledì 18 ottobre 2017 alle ore 12.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Parigi:
Hariri annuncia
il ritorno
a Beirut

Zimbabwe:
corteo
contro
Mugabe