"Noleggio" dell'auto con assicurazione e targhe incluse
Immagini articolo
Leasing tutto compreso
una formula che cresce
MAURO SPIGNESI


Soltanto l’anno scorso a livello nazionale sono stati firmati 202mila contratti di leasing per un giro d’affari attorno ai 7 miliardi di franchi. Quasi la metà per l’acquisto di un’auto. E i ticinesi sono in cima alla classifica di chi utilizza questo strumento finanziario per comprare una macchina, ma anche una moto. Ed ecco perché le offerte di leasing stanno diventando sempre più articolate. Una delle ultime proposte è quella di una star-up, gowago, sulla quale ha investito la Basilese assicurazioni. Una piattaforma online dove un cliente dopo aver scelto il modello e la marca può calcolare tutti i costi relativi al veicolo, dall’imposta di circolazione all’assicurazione, alla rata mensile legata al chilometraggio. Insomma, tutto diventa flessibile. "L’importo mensile da pagare - ha spiegato Wolfgang Prasser, membro del Comitato esecutivo della Basilese - può essere adattato individualmente alle esigenze personali".
Ma questo è solo un esempio. Perché da tempo, spiegano i rivenditori, è cambiato il concetto di proprietà dell’auto. Se sino a vent’anni fa si tendeva ad acquistare la macchina in contanti anche per una questione emotiva, perché si percepiva il senso del possesso di un bene, oggi questo legame è venuto meno. Lo testimonia anche il fatto che cresce il segmento di chi invece di comprare una vettura sceglie la formula del noleggio, anche annuale. "Il leasing - spiega Enrico Camenisch, del Comitato centrale dell’Unione professionale svizzera dell’automobile (Upsa) -, che è nato come una sorta di affitto negli anni Sessanta negli Stati Uniti sino a diventare una forma di finanziamento, si è adattato a questo cambiamento. Il mercato chiede sempre formule ‘senza pensieri’, sono state per prime le aziende ad avere questa esigenza per avere il controllo dei costi delle loro flotte a fine anno, poi il concetto è stato esteso ai privati. Oggi è raro trovare clienti che pagano in contante. Diciamo che a livello nazionale il 65% acquista in leasing, il resto paga subito. A livello cantonale il rapporto è 85% a 15%".
Chi oggi compera una vettura ha svariate possibilità. Molte dimensionate al segmento di mercato. "Il finanziamento con banche o società che concedono piccoli prestiti - spiega Camenisch  - ad esempio è più frequente per quanto riguarda l’usato e le auto d’occasione, perché in questo caso non ci sono le agevolazioni sui tassi d’interesse che invece vengono proposti quanto si acquista un’auto nuova, grazie anche ai contributi degli importatori o delle case costruttrici".
Poi c’è un altro capitolo, quello delle asscurazioni. "Quello che noi abbiamo tuttavia notato - spiega Osvaldo Ailello, presidente dell’Associazione ticinese ispettori e agenti d’assicurazione - è che se si va a estrapolare il costo al netto dell’assicurazione da uno dei tanti pacchetti che vengono proposti, alla fine si nota che sono più cari rispetto a una polizza normale. Poi è chiaro, il cliente non ha questa impressione perché il costo annuale viene spalmato all’interno di una rata". Non solo. Secondo Aiello, il cliente dovrebbe poi riflettere su un secondo aspetto. "Bisogna fare attenzione - spiega - alla fase post vendita. In caso di sinistro, a chi bisogna rivolgersi? Al garage o alla compagnia? Se si va da un consulente assicurativo a firmare una polizza classica si hanno consigli e si può scegliere su un ventaglio di possibilità".
m.sp.
13.10.2019


Articoli Correlati
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
15.10.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2019
02.10.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 14 ottobre 2019
20.09.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– per l'anno 2018 [www.ti.ch/commesse]
19.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2019
17.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2019
11.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2019
09.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2019
04.09.2019
La Segreteria del Gran Consiglio ha provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 16 settembre prossimo
03.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio 2019
02.09.2019
Aggiornati e completati i dati sugli impianti di depurazione delle acque [www.ti.ch/oasi]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
L'egemonia del dollaro
sulla moneta digitale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Killer, boss e agguati
al clan dei marsigliesi
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Barcellona,
sale il numero
di arresti
e feriti

A Ford-Coppola
il premio
Lumière 2019

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00