Le stazioni invernali fanno gli occhi dolci alle famiglie
Immagini articolo
Ecco come sciare
pagando di meno
ANDREA STERN


La neve non conosce inflazione. Al contrario, oggi sciare può essere addirittura più conveniente rispetto a qualche anno fa. Ad esempio, sette anni fa la Ski Card Leventina per adulti veniva venduta a 550 franchi. Oggi, nonostante nel frattempo l’offerta sia stata notevolmente ampliata, chi si muove in anticipo può accaparrarsela per 520 franchi. "Certi prezzi sono davvero stracciati - osserva Andrea Rinaldi, responsabile marketing di Valbianca Sa, la società che gestisce gli impianti di Airolo -. C’è chi sostiene che lo sci alpino sia uno sport caro ma in realtà negli ultimi anni le tariffe sono notevolmente calate".
Merito della collaborazione tra stazioni sciistiche, che ha portato alla nascita nel 2012 della Ski Card Leventina e più di recente della Blenio Card. Merito anche dei prezzi dinamici, una modalità di vendita delle giornaliere che sta facendo breccia tra le stazioni sciistiche svizzere. "Chi pianifica con un certo anticipo le sue giornate sulla neve -spiega Rinaldi - può conseguire dei notevoli risparmi. Mentre per noi il sistema è interessante perché le tariffe convenienti ci permettono di attirare sciatori anche in periodi che altrimenti sarebbero piuttosto morti". E a conti fatti, ad Airolo non tornerebbero più indietro. "L’anno scorso ci sembrava - dice Rinaldi - che stessimo vendendo le giornaliere a prezzi troppo bassi. Temevamo di subire delle perdite. In realtà era solo mancanza di fiducia nell’algoritmo. Perché alla fine la stagione è stata la terza migliore da quando esiste la Valbianca Sa. Il sistema funziona e lo dimostra anche il fatto che su Ticketcorner quest’anno le stazioni sono passate da otto a ventiquattro".
Certo, per introdurre i prezzi dinamici ci vuole la massa critica. "È un sistema che va bene solo per le stazioni più grandi - nota Denis Vanbianchi, direttore degli impianti di Campo Blenio -. Noi preferiamo tenere i nostri prezzi fissi e piuttosto cercare di fidelizzare la clientela con degli abbonamenti convenienti". In effetti i prezzi bleniesi sono praticamente imbattibili. Con 520 franchi, o addirittura 468 in prevendita, è possibile acquistare la Blenio Card, che permette a un’intera famiglia (figli illimitati!) di sciare tutta la stagione a Campo Blenio e al Nara, nonché di ottenere sconti in diverse altre stazioni ticinesi e grigionesi. Una famiglia tipo, madre, padre e due figli, che si reca a sciare una decina di volte all’anno paga così meno di 50 franchi a giornata sulla neve.
Siamo ben lontani dai prezzi esorbitanti, anche più di cento franchi a persona, che l’anno scorso hanno attirato l’attenzione dei media su alcune stazioni sciistiche svizzere. "Noi sappiamo benissimo di non essere St. Moritz - riprende Rinaldi - e non abbiamo nessuna intenzione di far esplodere i prezzi. Anche per questo ad Airolo abbiamo messo un tetto massimo ai prezzi dinamici. L’anno scorso siamo arrivati al massimo a 52 franchi, una domenica durante le vacanze natalizie".
astern@caffe.ch
10.11.2019


Articoli Correlati
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2019
15.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
23.10.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 4 novembre 2019
15.10.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2019
20.09.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– per l'anno 2018 [www.ti.ch/commesse]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Bipartitismo in stallo
da Madrid a Londra
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Killer, boss e agguati
al clan dei marsigliesi
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Praga:
la tecnologia
delle dittature
in mostra

Iran in piazza
contro il caro
carburante.
Un morto a Sirjan

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00