Cantone per cantone così le aziende pagano le imposte
Immagini articolo
Senza diminuzioni...
ultimi in Svizzera
CLEMENTE MAZZETTA


Il taglio del moltiplicatore del 5% proposto dal consigliere di Stato responsabile delle Finanze, Christian Vitta e solo "marketing elettorale"? La riduzione dell’aliquota sull’utile dal 9% al 6%, solo un regalo alle aziende? Nel confronto intercantonale emerge un’altra verità. La manovra di Vitta, se si limita alle misure preannunciate, rischia di non essere sufficiente per ridare competitività fiscale alle imprese. Vediamo perché.  
Oggi il  peso complessivo delle imposte su un’azienda in Ticino è del 19,8%. Questo posiziona il cantone al 16° posto nel confronto intercantonale. Due punti in più rispetto alla media Svizzera. Competitivo il giusto, verrebbe da dire. Molto meglio di Ginevra dove la somma delle imposte comunali, cantonali, federali, comprese quelle di culto,  arriva al 24%. Meno, però, del canton Grigioni, che oggi ha una tassazione del 16,1% e che punta al 14% riducendo l’aliquota d’imposta sull’utile delle imprese dall’attuale 5,5 per cento al 4 per cento.
Vero che le imposte non sono tutto, che un’impresa si insedia considerando altri fattori, come la disponibilità̀ di lavoratori qualificati, buoni collegamenti, internet veloce, vie di comunicazione... Però se il Ticino sta fermo, visto che tutti scendono portando la tassazione media in Svizzera al di sotto del 14%, nel 2025 si ritroverà all’ultimo posto.  
Con il taglio proposto da Vitta e con la riduzione dell’aliquota sull’utile a pieno regime, il peso del fisco scenderà al 16%. Il Ticino si posizionerà così al 22° posto. Come dire, non solo la riduzione delle aliquote è una scelta obbligata, ma va fatto altro.

c.m.
16.09.2018


Articoli Correlati
LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

La privacy è morta
evviva la privacy
L'INCHIESTA

Gli affiti il business
delle Ferrovie federali
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

E il dentista incassa
i soldi dei contribuenti
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il gioco a scacchi
tra Trump e Kim
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Dalla Russia a Roma
le avventure degli 007
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il dopo Chavez
che avvelena Caracas
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
06.02.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 18 febbraio prossimo
01.02.2019
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da venerdì 1° febbraio 2019 alle ore 9:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
30.01.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2018
29.01.2019
Concorso per funzioni di direzione e vicedirezione delle scuole medie superiori per il periodo 2019-2023
28.01.2019
I giovani e le aziende interessate a partecipare al programma di scambio Swiss Mobility sono invitati a porre candidatura entro il 15.3.2019
18.01.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2018
15.01.2019
Concorso per funzioni di direzione e vicedirezione delle scuole professionali secondarie e superiori per il periodo 2019-2023
09.01.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 21 gennaio prossimo
31.12.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 31 dicembre 2018 alle ore 09.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
21.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, dicembre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Ultimo
assalto
all'Isis
in Siria

Francia:
gilet gialli,
atto
numero 14