L'intervento
Immagini articolo
Identità non vuol dire
chiusura a oltranza
NORMAN GOBBI DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO ISTITUZION


Sono stati 8 anni molto intensi, ricchi di progetti e di obiettivi raggiunti, del tutto o parzialmente. Per abitudine, in ambito politico e professionale non amo però soffermarmi troppo sul passato, preferendo una prospettiva che abbraccia il futuro, pragmatica e propositiva. Di cose da fare ce ne sono davvero ancora molte ed è per questo opportuno che alla testa di un Dipartimento tanto complesso e articolato come quello delle Istituzioni - che impone conoscenze approfondite e pluriennali dei dossier e dei suoi interlocutori - rimanga chi ne conosce ogni angolo e ogni dinamica.
Ho dimostrato con i fatti di essere la persona giusta e intendo proseguire nel mio lavoro, con coerenza ed efficacia. Tanto è stato fatto, ma tanto resta da fare. Dopo questa doverosa premessa, diamo allora un’occhiata a quanto ci attende dietro l’angolo, in un quadriennio 2019-2023 che si annuncia sin d’ora stimolante. Stiamo attraversando un momento storico di evidente instabilità, cosa che ci impone di porre la massima attenzione su alcuni assi di intervento.
Il nostro Cantone è ancora un posto ideale per viverci, ma - come dico sempre - nulla va dato per scontato e niente ci viene regalato. Noi politici, in quanto rappresentanti del popolo, abbiamo il dovere di tenerne sempre conto e di considerare con la massima attenzione le sollecitazioni che arrivano proprio dai cittadini. Nel concreto e dividendo il mio intervento in cinque macro-aree: per quanto attiene alla Sicurezza, voglio continuare a garantire l’adeguata protezione di persone e beni sull’intero territorio cantonale attraverso misure preventive e repressive: la statistica mi conforta, indica che stiamo lavorando nella giusta direzione e, per dirne una, grazie all’ottima collaborazione tra Cantone e Comuni i furti sono in calo. Molto importante è anche preservare la nostra Identità, i nostri valori e la nostra cultura, ciò che non va confuso con una chiusura ad oltranza rispetto al resto del mondo: si tratta invece di ricordare chi siamo e da dove veniamo a chi tende a dimenticarselo (andranno quindi concretizzati i progetti legati alla Giustizia e si dovrà proseguire sulla via delle riorganizzazioni, vedi Ticino 2020).
Altro capitolo prioritario è quello del Lavoro: il nostro dovere è di costruire le premesse affinché si possano offrire opportunità di impiego adeguate a tutti, generando posti di lavoro, lottando contro le disparità salariali, vigilando affinché nessuno approfitti di chi si trova nel bisogno e dicendo a chiare lettere ai ticinesi che da soli non saranno mai (cito, ad esempio, le opportunità di lavoro per over 50 create nel Di).
Altro tema prioritario è il Servizio pubblico e qui continuerò a impegnarmi per aumentare la competitività del nostro territorio, riducendo gli oneri e le lungaggini burocratici, dando sempre maggiore spazio alla digitalizzazione (un riferimento può essere quanto abbiamo fatto alla Sezione della Circolazione, ora diventata davvero a "misura di utente"); infine, non dimentico certo i Rapporti istituzionali: nel futuro prossimo, sarà sempre più decisivo rafforzare e approfondire le relazioni tra Cantone e Comuni, con Berna (è essenziale rafforzare la nostra presenza nei gruppi di lavoro per portare a casa risultati concreti, così come accaduto per il tema dell’asilo), gli altri Cantoni e l’Italia.
10.02.2019


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

Una cultura politica
di vuote banalità
L'INCHIESTA

Non solo Medtech
nel polo di ricerca
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Lo stile smarrito
dai perdenti di successo
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Senza il riciclaggio
non si salva il clima
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Scacco a Tripoli
in quattro mosse
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La guerra degli 007
all'ombra dell'Europa
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
L'Ue messa a dura prova
dall'avanzata sovranista
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Londra celebra Quant
la "madre" della mini
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
19.04.2019
La Segreteria del Gran Consiglio ha provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta costitutiva del 2 maggio prossimo
15.04.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, marzo 2019
12.04.2019
Pubblicato il Rendiconto 2018 del Consiglio di Stato
12.04.2019
Pubblicato il rendiconto 2018 del Consiglio della magistratura
08.04.2019
Online la Città dei mestieri della Svizzera Italiana, con informazioni e aggiornamenti sui lavori in corso verso l'apertura
03.04.2019
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 3 aprile 2019 alle ore 10:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
01.04.2019
Tiro obbligatorio 2019
21.03.2019
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da giovedì 21 marzo 2019 alle ore 12.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, marzo 2019
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2019

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Sudan,
si dimette
anche il leader
del golpe

Gilet gialli
a prova
di legge
anti-casseur