Dall'Italia alla Germania gli effetti sulla stabilità dell'Ue
Immagini articolo
Il giro d'Europa
del nuovo sovranismo
MAURO SPIGNESI


Persino  Time gli ha dedicato la copertina. E il suo faccione con un mezzo sorriso appare in una foto in bianco e nero. Perché Matteo Salvini, leader della Lega e vicepremier italiano, per dirla con il titolo del settimanale statunitense, è "il nuovo volto dell’Europa". Un volto che fa preoccupare più di un politico, laggiù, a Bruxelles, dove è stata appresa con un sospiro di sollievo la notizia che a Stoccolma non c’è stato l’exploit del partito anti-immigrazione di Jimmie Akesson, che si è bloccato al 17%. Scampato pericolo, dunque. Ma solo per ora visto che Bruxelles sta già cercando di capire cosa succederà nel maggio 2019, quando in 27 Paesi si svolgeranno le elezioni europee. E soprattutto, che effetti avrà la "rivoluzione" di Salvini e alleati, che sta cambiando il volto dell’Italia e potrebbe cambiare quello dell’Europa. E, visti i rapporti stretti, avere riflessi anche in Svizzera. Se lo chiedono a Parigi come a Berlino, e perfino in Usa. Però, intanto, l’Europa politica inizia anche a scalciare come dimostra il voto del parlamento che ha detto sì all’apertura di una procedura contro l’Ungheria di Viktor Orbàn per aver violato lo stato di diritto.
Quanto accaduto a Roma insieme alle polemiche sulle sanzioni a Orbàn, potrebbe accendere la miccia. I movimenti sovranisti di tutta Europa, se cresceranno nelle urne, come spiegano al Caffè quattro politologi, potrebbero modificare la stabilità a Bruxelles. D’altronde Salvini è alleato da tempo con Marine Le Pen in Francia e ha creato un asse con Orbàn. Un fronte che rischia di avere una forte presenza nel prossimo parlamento. Non per nulla Jean-Claude Juncker, nel suo ultimo discorso sullo stato dell’Unione da presidente della Commissione Ue, ha detto: "Vorrei che si dicesse no al nazionalismo malsano e sì al patriottismo, ma illuminato. Il patriottismo è una virtù, il nazionalismo è un veleno".
16.09.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

I matrimoni politici
impossibili (o quasi)
L'INCHIESTA

Il bluff della canapa light
in 5 minuti diventa droga
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Gli affari d'amore
non si fanno in banca
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Trump con i tassi bassi
sogna d'essere Reagan
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La guerra senza confini
dei "mercenari killer"
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
07.11.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 19 novembre prossimo
26.10.2018
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2017 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
26.10.2018
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da sabato 27 ottobre 2018 alle ore 8:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
24.10.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 5 novembre 2018.
23.10.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all’aperto (RLCFo/RaLLI) in vigore in Ticino e Moesano dal 26 settembre e in Val Poschiavo dal 16 ottobre 2018, viene da oggi esteso anche alla Val Bregaglia
22.10.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2018
16.10.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) in vigore in Ticino e Moesano dal 26 settembre 2018, viene da oggi esteso anche alla Val Poschiavo
11.10.2018
Pubblicati i dati di funzionamento degli impianti di depurazione in Ticino [www.ti.ch/oasi]
04.10.2018
Avvio della consultazione del Progetto di risanamento fonico delle strade cantonali e comunali del Luganese [www.ti.ch/rumore]
03.10.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 15 ottobre prossimo

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Atene: scontri
alle celebrazioni
per la Rivolta
del Politecnico

CIA:
il principe saudita
ha fatto uccidere
Khashogggi