function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Da Novak Djokovic a Carl Lewis la forza del cibo vegetale
Immagini articolo
Aumentano gli sportivi
che non mangiano carne
PATRIZIA GUENZI


La carne è spesso associata alla potenza fisica, ad una certa immagine di virilità. Soprattutto tra gli uomini, che nelle pubblicità tanto sembrano divertirsi e sentirsi a proprio agio davanti al barbecue, mentre le donne sono intente a preparare piatti freddi e insalate. Eppure… Proprio chi della potenza fisica ne ha fatto una professione, da Novak Djokovic a Carl Lewis, a Venus Williams, ha da tempo rinunciato alla bistecca.
Le proteine, un mito nel mondo dello sport, si trovano anche in altri alimenti. E così aumentano gli sportivi che snobbano la carne. Addirittura, alcuni di loro, hanno optato per un regime vegano. Un esempio? La ginevrina Coline Sirman, 47 chili di peso, campionessa di powerlifting - disciplina sportiva che si basa su tre alzate fondamentali, squat, panca piana e stacco da terra - è vegana da quando aveva 17 anni. La forza per alzare 135 chili, tre volte tanto il suo peso!, non la prenderebbe dunque mangiando arrosto e uova. "È assurdo, a mio avviso è soltanto una moda e spero che sia passeggera", commenta severo Danilo Vaudagna, personal training, ginnastica e nutrizione (vedi a fianco).
Certo, le opinioni su questo argomento si sprecano. Da sempre i sostenitori della bistecca dicono che no, non è possibile rinunciare alla carne per vivere, figuriamoci per avere delle performances sportive. Altri insistono nel dire che delle proteine animali si può benissimo fare a meno. Tantissime sono le alternative, altrettanto efficaci, assicurano. Il discorso è aperto. Tant’è che il film Game changers, sulla piattaforma streaming Netflix, ha creato scompiglio: James Wilks gira il mondo alla ricerca della verità su carne, proteine e forza, incontrando atleti olimpionici, soldati delle truppe speciali e scienziati visionari impegnati nello sviluppo di fonti sostenibili.
C’è poi chi dice che rinunciare alla carne gli ha salvato la vita. Come la canadese Dana Glowacka, record mondiale di planche. Ha spiegato che la rallentava, sia fisicamente che mentalmente. E che ha trovato la soluzione nelle alghe, come la spirulina. D’altro canto in molti sostengono che chi sceglie questo tipo di alimentazione avrebbe meno tossine da eliminare. Il che favorirebbe il recupero tra pasti e allenamenti.
Una cosa è certa. La dieta è fondamentale per il benessere di tutti. Va scelta con cura, noi siamo quello che mangiamo. Sarà banale ma è così. E l’alimentazione è ancora più importante per chi pratica uno sport di alto livello.  "Non vedo alcun ostacolo nell’eliminare la fettina dal piatto - spiega al Caffè Matteo Giannattasio, medico e agronomo italiano, autore di numerose pubblicazioni scientifiche -. Non tutte le proteine di origine animale però. Bisogna scegliere gli alimenti giusti, saperli combinare. E poi c’è comunque il pesce, il formaggio, le uova".
Altri non hanno nulla in contrario a bandire definitivamente le proteine di origine animale. Come Matthieu Sailly, di Motion Lab, che a LeMatinDimanche ha detto: "Si può essere vegani e sportivi d’élite. Anche se vanno fatte delle valutazioni con il proprio medico curante". Si può infatti andare incontro a carenze nutrizionali, di ferro e vitamina B12. Carenze che, va detto, si riscontrano anche tra tanti "mangiatori" di carne.
p.g.
27.06.2020


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
06.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2019
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2020
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2020
12.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2020
10.06.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 22 giugno 2020
04.06.2020
Swiss Mobility: opportunità di stage professionale in Svizzera per neodiplomati 2020
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Libia è una polveriera
ormai pronta a esplodere
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Le gang dettano legge
in sessanta città Usa
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Londra
esce
dal lockdown

Alluvione
nel sud
del Giappone

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00