Si infiamma la polemica sulle dichiarazioni a Castellinaria
Immagini articolo
L'eccesso di Haber
travolge il cantone
CLEMENTE MAZZETTA


Alessandro Haber, l’attore premiato a Bellinzona dal Festival di Castellinaria, è affranto. Le sue scuse per  i suoi atteggiamenti e le sue dichiarazioni di dubbio gusto, durante la serata che l’ha visto ricevere un riconoscimento alla carriera, non hanno smorzato l’onda "moralizzatrice" che sale dal cantone. "Volevo essere spiritoso", ha dichiarato. Sui giornali è stato accusato di parole inappropriate rivolte alla presentatrice e di offesa al buon gusto e alla sensibilità del pubblico e delle donne: in una parola di sessismo. L’Mps, attraverso le due rappresentanti in Consiglio comunale a Bellinzona, chiede di revocargli il premio. Cosa che per ora la presidenza del festival, pur criticando le esuberanze dell’attore, ha escluso. Sul tema si confrontano la femminista Vera Pepita Conforti, che rincara la dose, e l’attore Flavio Sala, che contesta l’eccesso di perbenismo.
c.m.


Se prima reagivano soltanto le femministe ora reagiscono tutti
Vera Pepita Conforti
Ex presidente della Commissione consultiva delle pari opportunità,
da sempre nel movimento femminista

Quello che è successo a Castellinaria è doppiamente increscioso perché si è voluto premiare un personaggio che, oltre alla disdicevole performance sessista fatta di doppi sensi e battute volgari, ha dato prova di non essere persona degna e meritevole di riconoscimento considerato l’episodio di molestie sessuali che l’ha portato in passato ad essere licenziato.
Mi stupisce che Castellinaria non abbia tenuto conto di tutti gli aspetti del personaggio, non solo delle performances artistiche. Detto questo, aggiungo che l’esibizione dell’attore Alessandro Haber a Bellinzona è stata completamente fuori luogo sia nei confronti della presentatrice, sia del pubblico che oltretutto è un pubblico giovanile.
Ma, fatto certamente positivo, a quelle battute ignobili il pubblico non ha né applaudito, né riso. Questo sta a significare che quell’epoca scurrile, caratterizzata dall’utilizzo indiscriminato di battute a sfondo sessuale per "divertire", dette senza rendersi conto di quanto fosse umiliante per le donne, oggi non è più accettata. Sono battute e atteggiamenti che non fanno ridere nessuno. Denotano solo una concezione, un rapporto con l’altro sesso inadeguato, che non corrisponde alla sensibilità odierna. Inoltre, cosa altrettanto positiva, se un tempo a questi atteggiamenti sessisti reagivano solo i gruppi femministi più attenti e sensibili, venendo poi tacciati anche di non avere senso dello humor, questa volta hanno reagito in molti. L’episodio increscioso in sé mette dunque in luce che la mentalità, la sensibilità verso la dignità della donna sta cambiando in modo positivo e diffuso
Quanto al premio, se sia da togliere o meno, è una questione di Castellinaria che deve valutare i pro e i contro in base ai propri regolamenti. L’errore è stato attribuirgli il riconoscimento senza valutare tutti gli aspetti: non basta essere un bravo attore, bisogna essere un persona portatrice di valori, in grado di essere un testimonial credibile.


Dibattito stucchevole, la presentatrice aveva già zittito l’attore
Flavio Sala
Attore, conduttore radiofonico interprete di Bussenghi nella serie "Frontaliers"

Premesso che il comportamento di Alessandro Haber è stato fuori luogo, sessista, maleducato e per niente difendibile, mi dà fastidio la reazione di un certo Ticino che insorge per queste esternazioni, sì sconsiderate, ma che lasciano il tempo che trovano e non per le umiliazioni, quelle vere e ben peggiori che le donne vivono sulla loro pelle quotidianamente nel nostro Cantone. Le donne vanno difese sempre e in ogni ambito.Invece ora si sta cavalcando un’onda contro il sessismo sui social e sui giornali decisamente fastidiosa.
Mi indispone ancor di più il fatto che si continui con questa polemica e non si parli invece del film in cui Haber ha recitato, quel "I segreti del mestiere" diretto dal giovane regista Andreas Maciocci.  Bisognerebbe sostenere un primo lavoro come questo, una pellicola riuscita, con un cast importante e molto applaudita dal pubblico quella sera.
Un appunto andrebbe forse rivolto agli organizzatori che hanno invitato un attore come Haber notoriamente imprevedibile senza mettere in conto i possibili inconvenienti (sarebbe bastato prendere delle minime informazioni sulla persona per capire con chi si aveva a che fare).
Se avessero invitato un attore come Lino Banfi (cito a caso un mio idolo) persona misurata ed elegante, il risultato sarebbe stato certamente diverso. Ma considerato che lo stesso Haber si è poi scusato, mi sembrerebbe il caso di chiudere la questione. Invece è cominciata una polemica a dir poco stucchevole ed esagerata, alcune mie amiche presenti al fatto non l’hanno affatto sovraccaricato e trovato così grave. Non mi esprimo su se sia giusto o no ora ritirare il premio.  Personalmente, dopo le scuse di Haber, considererei archiviato l’incidente. Anche perché la presentatrice aveva già saputo mettere l’attore al suo posto e tacitarlo con prontezza e intelligenza, gestendo benissimo la situazione.
24.11.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
27.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 dicembre 2019
27.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2019
22.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2019
18.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2019
15.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Un traguardo sociale
ma ancora non per tutti
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'attentato a Londra
rilancia l'allarme jihad
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Arrestato
il presunto
aggressore
dell’Aja

Un trono
di soldi…
con lo scopo
di farne di più

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00