function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Christian Tresoldi imprenditore che piace a Elton John
Immagini articolo
"I miei occhiali vintage
che indossano le star"
MAURO SPIGNESI


Tutto è cominciato diciassette anni fa. Quando mentre aiutava il padre a ristrutturare una villa a Cannes, tra i mobili è sbucata una vecchia valigia. Dentro c’erano lettere, appunti, fotografie racchiuse in antiche cornici, frammenti di vita di un signore chiamato Sir Berenford. Un personaggio romantico, un pilota della seconda guerra mondiale, quasi un James Bond che riportava con un tocco di nostalgia allo stile Beau Monde dove arte, cinema, musica e moda si intrecciano, contaminandosi a vicenda. Quell’idea, quel piccolo racconto fatto di mille souvenir trovato per caso dentro il baule, è ronzata per anni in testa a Christian Tresoldi, creativo ticinese di 33 anni, da sempre appassionato di tutto ciò che è vintage. Sin quando quell’idea è diventata un progetto, quel progetto è diventato una start up (inizialmente insieme a due amici), e quella start up è diventata una azienda che dal 2017 produce occhiali che indossano attori, rockstar, artisti e altre celebrità.
"Il primo a indossare i nostri occhiali Berenford è stato Elton John - racconta Tresoldi -. Ci ha girato un video e poi lo hanno accompagnato in un tour. Da allora siamo partiti bruciando le tappe". Tresoldi non si è fatto scappare l’occasione, ha cominciato a produrre occhiali come voleva lui, con uno stile vintage, riprendendo il sapore di un tempo, le immagini di gite e feste stile grande Gatsby, di flash che riportano alle avventure in Costa Azzurra o nella Costiera Amalfitana tra vecchi motoscafi Aquarama di Riva nelle acque di Portofino. Un universo anche letterario e cinematografico che gli occhiali Berenford impersonano lasciando tuttavia intatta la struttura di base in acetato. Tresoldi per proporre le sue creazioni ha cominciato a girare per feste e concerti. "Così oggi i miei occhiali li usano nelle sfilate di Victoria’s Secret, li indossano calciatori, attrici e soubrette".
Tutto partendo da un vecchio baule e oggi da un ufficio a Pregassona. "In verità - racconta ancora Tresoldi - dentro il progetto c’è anche un modello, oltre quello di Sir Berenford. Ed è quello di un vecchio signore di Lugano che vedevo da bambino in Val di Blenio. Vestiva sempre una camicia safari, vecchi abiti da campagna come un gentleman inglese, il sigaro di Brissago, un tratto aristocratico che mi ha sempre affascinato. Questo per dire che un oggetto, come dei semplici occhiali, hanno dietro un lungo ragionamento, suggestioni, immagini che ti porti dentro e che poi traduci in un prodotto".
Oggi l’azienda che ha sede in Ticino e una base a Milano, vende online ed è presente in cinquanta selezionati negozi in tutto il mondo. "Lavoriamo molto - dice soddisfatto Tresoldi - anche con i social, abbiamo una pagina Instagram con quasi 30mila follower, abbiamo cominciato collaborazioni con grandi case di moda e aziende di cosmetici. Ma sempre rispettando la nostra filosofia di fondo, cioè quella di realizzare occhiali quasi di nicchia ma con una fattura artigianale e una ossessiva attenzione alla qualità".
Tresoldi sin da giovane ha sempre avuto una grande attenzione verso tutto ciò che viene dal passato. "Ho sempre avuto quella curiosità lì, quando vedo un mercatino frugo tra i banchi a caccia di oggetti interessanti. Per questo ho sempre sognato di realizzare una linea di occhiali che piacessero innanzitutto a me, che fossero in sintonia con la mia idea di moda".
Oggi i Berenford vengono venduti dentro una lattina simile alla Tomato Soup icona di Andy Warhol, proprio per sottolineare anche un’anima ribelle e creativa. Tre collezioni (Londra, Barcellona e Steve) sono attualmente in commercio. "Ma stiamo già pensando al futuro e ad aprire uno store a Brera, mantenendo tuttavia sempre il nostro centro strategico in Ticino".
mspignesi@caffe.ch
16.02.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
17.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, settembre 2020
14.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2020
09.09.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 21 settembre 2020
09.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2020
27.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2019
21.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio 2020
21.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, luglio 2020
19.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, luglio 2020
17.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio 2020
17.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, luglio 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Gran Bertagna vive
sopra una "bomba fiscale"
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Le trappole sessuali cinesi
per "arruolare" spie a Parigi
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il culto della mascherina
accende il negazionismo
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Ciclone
Ianos
spazza
la Grecia

Covid:
Londra aspetta
una seconda
ondata

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00