I gatti possono diventare un esempio di vita per noi
Immagini articolo
Quelle lezioni feline
che fanno star bene
ROSELINA SALEMI


Di gatti Internet trabocca in maniera quasi ossessiva. I gatti piacciono, possono addirittura andare al potere come nel film di Wes Anderson "L’isola dei cani", premiato con l’Orso d’argento a Berlino. Ma nessuno prima di Matteo Rampin, psichiatra e consulente aziendale, aveva pensato di farne un guru esistenziale. E Nel libro "La scelta del gatto" (Ponte alle Grazie), scritto in collaborazione con  Laura Fanna e Matteo Loporchio, psicoterapeuti che usano metafore feline per aiutare i loro pazienti, propone proprio questo. Osservarli e imitali, copiare le loro qualità migliori.

Vedere al buio
Dipende dalla genetica della specie, ovviamente. La vista dei gatti è sei volte più efficace della nostra, capace di "espandere" la piccola quantità di luce presente anche nell’oscurità che appare più profonda. Che cosa possiamo imparare? Scommettere sull’ipotesi che un raggio di luce ci sia sempre, anche quando non lo vediamo.

Cadere in piedi
Il gatto sa cadere, noi meno. La flessibilità felina deve esserci di ispirazione per "ammorbidire" la nostra condotta. C’è un aspetto simbolico (molti si rifiutano di vivere pienamente per timore della perdita, della sconfitta) ma ce n’è uno anche pratico. Un judoka che aveva paura di cadere male durante gli allenamenti, studiando i movimenti del suo gatto e lasciandosi andare all’istinto imparò nuovi modi di cadere sul tatami.

Riposare
I gatti passano molte ore senza far niente (dalle 16 alle 18 al giorno). Oziare è un risparmio energetico. Dovrebbe valere anche per noi: se non abbiamo tempo per l’ozio non riusciremo mai a riflettere su quello che vogliamo nella vita. Esercizio facile: oziamo assieme a lui. Ci verranno un sacco di buone idee.

Arrampicarsi
È un impulso antico: gli serve "posto al sole" per affermare la sua superiorità sugli altri gatti. Noi abbiamo perso le ragioni biologiche del nostro comportamento. Ci arrampichiamo per qualche vantaggio materiale, per il famoso quarto d’ora di celebrità. Dovremmo "guardare dall’alto", permette di raffreddare emozioni negative e restituire alle cose il giusto valore.

Avere sette vite
È possibile soltanto nei videogiochi. Però possiamo migliorare l’unica esistenza che abbiamo: essere centrati sul qui e ora, non perdere di vista lo scopo, essere flessibili (equivalente dell’agilità felina) per reagire alle contrarietà, trovare nuovi significati. E avremo sette vite in una.

Esplorare
I gatti si cacciano nei guai, tanto che a volte devono arrivare i vigili del fuoco a tirarli giù da un albero. L’irrequietezza è l’effetto collaterale dell’attitudine all’esplorazione. Ogni medaglia ha il suo rovescio. I gatti sono indipendenti? No, individualisti. Curiosi? No, ficcanaso. Trovare gli aspetti postivi di ogni cosa può essere un buon modo di accettare il rischio dell’esplorazione.

Fare le fusa
Accarezzare il gatto è un esercizio di altruismo: fare spazio agli altri trovando il tempo per loro. Ne riceveremo "fusa", cioè amicizia autentica.

Indipendenza
I gatti ci vedono non capobranco, ma come genitori adottivi. In ogni caso si ritengono proprietari del loro "territorio". Tutti aspiriamo a essere liberi, ma siamo animali sociali, obbligati a coordinarci con altri. Cominciamo col coltivare l’indipendenza dal giudizio degli altri. Esempio: se teniamo sulle ginocchia un gatto, a un certo momento salterà giù e se andrà. Traduzione: ti permetto di coccolarmi ma non di bloccare la mia libertà. Una bella lezione.
08.04.2018


Articoli Correlati
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Inopportunità politiche
della Citta dei mestieri
L'INCHIESTA

Spie nei bancomat
truffano i turisti
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Continua la lotta
per liberare i nani
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Le guerre danneggiano
la nostra economia
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
L'amore d'antan
nel "Regality show"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2018
08.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, primo trimestre 2018
06.06.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 18 giugno 2018.
06.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2018
01.06.2018
In occasione della "Settimana europea per lo sviluppo sostenibile", in programma dal 30 maggio al 5 giugno 2018, il Dipartimento del territorio (DT) ha aggiornato le pagine del proprio sito tematico, mettendo in evidenza attività e progetti promossi in collaborazione con i numerosi partner [www.ti.ch/sviluppo-sostenibile]
30.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile e primo trimestre 2018
29.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile e primo trimestre 2018
28.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile e primo trimestre 2018
25.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile e primo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Atene:
manifestazione
contro l'intesa
sulla Macedonia

Valencia
pronta
a ricevere
l'Aquarius