Scoperte in Svizzera le proprietà benefiche di una pianta
Immagini articolo
Muschio terapeutico
simile alla marijuana
PATRIZIA GUENZI


Idetrattori della canapa, anche di quella terapeutica, avranno ben presto un altro "nemico" da combattere: la Radula perrottetii, pianta simile al muschio. Contiene il perrottetinene, principio attivo dalla struttura chimica analoga al più famoso tetraidrocannabinolo (Thc) della marijuana. Perrottetinene che, stando ai primi test fatti su animali, si è rivelato anche più efficace, in grado di calmare i dolori e ridurre le infiammazioni. Non solo. La sostanza avrebbe meno effetti psicoattivi e quindi potrebbe essere soggetta a meno limitazioni.
La scoperta è di Jürg Gertsch, biochimico all’Università di Berna, che assieme ad alcuni colleghi di Zurigo ha comparato a livello biochimico e farmacologico le due sostanze, il perrottetinene e il Thc, e scoperto che gli effetti sul cervello della prima sono di gran lunga superiori.
Lo studio, illustrato sulla rivista Science Advances, ha ovviamente suscitato ampio clamore. E acceso le speranze di chi è affetto da patologie croniche e nella canapa ha da tempo già trovato un sollievo. Questa "nuova" sostanza - hanno spiegato Gertsch e colleghi - avrebbe proprietà anti-infiammatorie più spiccate rispetto al Thc, perché agisce sulle prostaglandine (i mediatori chimici dei processi infiammatori) comportandosi in modo analogo agli endocannabinoidi prodotti dal corpo umano. "Beh, sì, sarebbe una buona cosa se così fosse, ma aspettiamo prima di prendere tutto per oro colato", avverte il dottor Paolo Poli, presidente della società scientifica di ricerca sulla cannabis Sirca e direttore della Terapia del dolore del Gruppo ospedaliero San Donato di Como e Monza, tra i primi medici in Italia a usare la cannabis terapeutica per curare i pazienti. Oggi ne segue duemila. "Questo muschio sembra avere proprietà simili alla canapa - riprende Poli -, ma occorreranno anche degli esperimenti sull’uomo, non solo sugli animali come quelli fatti sino ad ora. Comunque sia, questo particolare muschio non è una novità assoluta, già un fitochimico giapponese ne aveva individuate le potenzialità nel 1994. Vedremo".
Già, vedremo se gli stessi benefici effetti sino ad ora riscontrati sui topi i ricercatori svizzeri li confermeranno anche per l’uomo. A tuttoggi i test hanno dimostrato che queste sostanze penetrano più facilmente nel cervello e scatenano una reazione antinfiammatoria maggiore rispetto al Thc. Inoltre, sono meno psicoattive. "Certo, le premesse ci sono tutte per pensare che probabilmente potrà essere utilizzata in ambito clinico - sottolinea il dottor Poli -. Speriamo che la ricerca dei colleghi svizzeri vada avanti velocemente. Sino ad oggi purtroppo sono gli unici a farla".
Ricerca che Gertsch e colleghi hanno sottolineato fondamentale continuare, per valutare i meccanismi biochimici e farmacologici della sostanza e per meglio comprendere l’azione e identificarne gli eventuali effetti secondari.
Intanto, un recente studio australiano pubblicato su The Lancet Public Health boccia in parte i pareri positivi sulla canapa terapeutica. Sono stati testati 1500 pazienti per quattro anni con farmaci oppioidi. È emerso che la marijuana medicinale può poco o nulla contro il dolore cronico non oncologico, cioè non associato a tumori, ma protratto per mesi o anni. "È comunque sbagliato credere che la canapa sia la panacea per tutti i mali, questo io l’ho sempre sottolineato - osserva Poli -. Prendiamolo come un farmaco di nuova generazione, anche se in realtà è antico, che ha il suo utilizzo per determinate patologie. Tutto qui".

p.g.
28.10.2018


Articoli Correlati
LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

"Mi sento vittima
di un complotto"
L'INCHIESTA

'No a piatti di plastica
alle feste e alle mense'
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

I soldi dei contribuenti
per pagare il karaoke
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Trump con i tassi bassi
sogna d'essere Reagan
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Come i killer dell'Isis
ma non sono terroristi
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
07.11.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 19 novembre prossimo
26.10.2018
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2017 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
26.10.2018
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da sabato 27 ottobre 2018 alle ore 8:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
24.10.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 5 novembre 2018.
23.10.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all’aperto (RLCFo/RaLLI) in vigore in Ticino e Moesano dal 26 settembre e in Val Poschiavo dal 16 ottobre 2018, viene da oggi esteso anche alla Val Bregaglia
22.10.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2018
16.10.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) in vigore in Ticino e Moesano dal 26 settembre 2018, viene da oggi esteso anche alla Val Poschiavo
11.10.2018
Pubblicati i dati di funzionamento degli impianti di depurazione in Ticino [www.ti.ch/oasi]
04.10.2018
Avvio della consultazione del Progetto di risanamento fonico delle strade cantonali e comunali del Luganese [www.ti.ch/rumore]
03.10.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 15 ottobre prossimo

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch


Degenera
manifestazione
a Barcellona

Trump
denunciato
dopo la stretta
sull'asilo