Gli avana costano meno che altrove e c'è più varietà
Immagini articolo
Svizzera isola felice
per i sigari cubani
ANDREA BERTAGNI


La Svizzera ha uno dei migliori assortimenti di sigari cubani di tutta Europa". Alain Proietto, titolare di 4 punti vendita "Cigar Must" sparsi tra Ascona, Lugano e Skt. Moritz, non fa mistero del legame che unisce l’isola caraibica con il nostro Paese, quando si parla di foglie di tabacco arrotolate. Un’unione che nasce prima e durante la seconda guerra mondiale con Zino Davidoff, imprenditore svizzero di origini ucraine che negli anni ’30 lavorò per due anni in una piantagione cubana di tabacco, aprì la sua azienda e nel 1982 dovette lasciare l’isola su ordine di Fidel Castro.
E, dopo tutti questi anni, continua ancora oggi. Se è vero, come è vero, che la Svizzera, assieme all’Inghilterra, è uno dei primi distributori di Cohiba e affini dall’altra parte dell’Oceano atlantico. E Davidoff continua a essere un’azienda rinomata. Anche se lontana da L’Havana.
"Con i sigari non si diventa ricchi - dice Proietto - però è una soddisfazione vedere che nei tuoi negozi arrivano clienti da tutto il mondo". Il motivo? Rispetto a Paesi vicini come Germania, Italia e Francia, in Svizzera i prezzi sono più bassi almeno dell’8%. Nonostante il franco forte. "Tolti gli sconti non siamo così convenienti", conferma Proietto. Sulla qualità invece non si discute. Difficile trovarne di migliore. Stessa cosa la varietà di scelta.
Altrimenti non si spiegherebbe come anche a Mendrisio, al FoxTown, dove c’è un altro spaccio, è tutto un via vai di cinesi, russi e italiani. "In Italia i tabaccai hanno i prezzi imposti dal Monopolio di Stato - spiega Jacopo Bruno dello "Free shop frontiera - e dunque sul mercato ci sono meno concorrenza e differenza di offerta". Risultato: i prodotti venduti in Svizzera sono tra i più convenienti al mondo. "In Cina le tariffe sono così proibitive che chi acquista da noi risparmia ancora pur pagando le spese di spedizione", precisa Bruno.
A riprova di ciò a Lugano c’è una tabaccheria specializzata in sigari che esiste da 50 anni. La Two Lions. "Cinesi, inglesi, spagnoli, italiani, i nostri clienti arrivano un po’ dappertutto - afferma Elisabetta Vezzolo - l’attività va molto bene: siamo contenti, visto che la nostra è una professione che facciamo con passione".
Forse è solo un’impressione o forse no, ma chi fuma sigari sembra davvero provare un piacere diverso dagli altri.  "È così - annota Proietto - se non vai a Cuba, se non sai la storia, se non conosci il settore, non sai cosa si prova: del resto i "cubani" sono opere d’arte, non si possono considerare uguali ad altri prodotti , visto che fin dalla nascita a quando arrivano negli scaffali sono stati manipolati 540 volte da almeno 600 persone diverse".
Se Cuba chiama, la Svizzera risponde, dunque. Anche perché gli affari, nonostante il cambio non sia tra i più favorevoli, vanno bene. "Ho un signore che ogni mese spende 5’000 franchi in sigari", sottolinea Proietto. "Le nostre vendite sono in continuo aumento - puntualizza Bruno - la domanda dei "cubani" è così alta che sono i clienti a occuparsi dell’invecchiamento".
Cohiba, Montecristo, Diplomàticos, Quintero, Partagás. C’è solo l’imbarazzo della scelta. In Ticino come a Cuba. Dove non è  raro incamppare in qualche fregatura, acquistando le prelibate foglie arrotolate dai venditori ambulanti. Che invece in Svizzera non ci sono. Benvenuti nel Paese della qualità. Nella Caraibi d’Europa.

an.b.
10.02.2019


Articoli Correlati
LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

Una cultura politica
di vuote banalità
L'INCHIESTA

Non solo Medtech
nel polo di ricerca
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Lo stile smarrito
dai perdenti di successo
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Senza il riciclaggio
non si salva il clima
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Scacco a Tripoli
in quattro mosse
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La guerra degli 007
all'ombra dell'Europa
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
L'Ue messa a dura prova
dall'avanzata sovranista
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Londra celebra Quant
la "madre" della mini
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
19.04.2019
La Segreteria del Gran Consiglio ha provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta costitutiva del 2 maggio prossimo
15.04.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, marzo 2019
12.04.2019
Pubblicato il Rendiconto 2018 del Consiglio di Stato
12.04.2019
Pubblicato il rendiconto 2018 del Consiglio della magistratura
08.04.2019
Online la Città dei mestieri della Svizzera Italiana, con informazioni e aggiornamenti sui lavori in corso verso l'apertura
03.04.2019
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 3 aprile 2019 alle ore 10:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
01.04.2019
Tiro obbligatorio 2019
21.03.2019
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da giovedì 21 marzo 2019 alle ore 12.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, marzo 2019
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2019

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Sudan,
si dimette
anche il leader
del golpe

Gilet gialli
a prova
di legge
anti-casseur