Un sistema di controllo della fertilità fa volare una Startup
Immagini articolo
Premiata l'innovazione
che fa nascere i bebè
PATRIZIA GUENZI


Sono Lea von Bidder e Pascal König i vincitori del recente concorso Top100 Swiss Startup Award. Nel 2014 hanno co-fondato la Ava, azienda che sviluppa un braccialetto tecnologico che permette alle donne di conoscere il loro ciclo mestruale e la loro fertilità. Oltre 10mila già venduti in tutto il mondo. Dimenticatevi termometri, bastoncini impregnati di pipì, test di ovulazione più o meno sofisticati. Con 250 franchi avrete accanto a voi un "angelo custode", per sapere i giorni giusti per tentare di avere un figlio. "Un prodotto intelligente, comodo, dall’efficacia dimostrata, che dà utili informazioni sulla salute generale della donna", spiega il portavoce Valerio Stallone e promette, in un prossimo futuro, che l’azienda si concentrerà su un bracciale-contraccettivo.
Lea, un lungo curriculum di studi, svariate esperienze all’estero, e Pascal, molti premi internazionali e, secondo la rivista economica svizzera Bilan, una delle trecento persone più influenti della Confederazione, sono saliti sul podio assieme ad una società che sviluppa fibre ottiche (seconda), e ad una che fabbrica piccoli droni sferici (terza). E la Svizzera sembra proprio essere un territorio fertile (tanto per restare in tema) per le aziende innovative. Innovative e agguerrite. Come la Logitech di Losanna, che ha avviato un braccio di ferro con Google (vedi sotto).  
Tornando alle Top100, è da sette anni che viene organizzata a Schlieren la "gara" tra le più promettenti startup del Paese. Quest’anno, la parte del leone l’hanno fatta le società romande, soprattutto del canton Vaud. Sull’insieme, l’agglomerato zurighese è stato molto ben rappresentato: sulle cento società premiate, 43 provenivano infatti dal canton Zurigo (erano 39 nel 2016), 27 da Vaud (29 nel 2016) e 9 da Basilea. Ma per Ava è solo l’inizio. "Vogliamo sviluppare un prodotto più completo per la donna, in grado di accompagnarla durante tutta la vita adulta - riprende il portavoce -. Ecco perché stiamo lavorando su un bracciale che funga da metodo contraccettivo".
Sulle idee commerciali innovative punta pure la Cti, la Commissione per la tecnologia e l’innovazione, che incentiva lo spirito imprenditoriale delle nuove leve del mondo scientifico e della ricerca. Due i programmi di promozione della Cti, i cui criteri sono: avere idee commerciali o innovazioni basate su ricerca e scienza e dirigere una startup in Svizzera o avere l’intenzione di fondarne una. Vent’anni fa, la cultura imprenditoriale svizzera non era certo da paragonare a quella, ben più consolidata, della Silicon Valley o di New York. Grazie al sostegno ormai ventennale della Cti oggi le neoimprese svizzere hanno la possibilità di crescere e continuare a svilupparsi. Ogni anno, in Svizzera nascono circa 120 nuove società che si avvalgono del coaching della Cti, al termine del quale 25-30 di queste ottengono l’ambito marchio Cti Startup. Oggi sono oltre 300 le aziende ad esibirlo e presentano un tasso di sopravvivenza superiore alla media (85%). Ogni giorno, tramite la creazione di nuovi posti di lavoro, generano un valore aggiunto per la Svizzera.
E il Ticino non sta a guardare. Costituisce uno dei sei sistemi regionali d’innovazione riconosciuti dalla Confederazione, con una piattaforma per il trasferimento delle conoscenze e delle tecnologie e per la promozione dell’imprenditorialità, Agire. Si contano pure centri di eccellenza riconosciuti a livello internazionale, dall’Università della Svizzera Italiana alla Scuola universitaria della Svizzera Italiana, dal Centro svizzero di calcolo al Cardiocentro all’Istituto oncologico della Svizzera italiana.

pguenzi@caffe.ch
17.09.2017


Articoli Correlati
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Ecco le cinque ricette
per salvare l'aeroporto
L'INCHIESTA

Quei crimini di guerra
"congelati" da Berna
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Salvacondotto Ue
per La Valletta
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Millennial al potere
ma non "correct"
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Quelle vie d'uscita
per Gerusalemme
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La pizza nasce local
ma è diventata global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
12.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2017
11.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre e terzo trimestre 2017
07.12.2017
Pubblicati orari e tariffe dei trasporti pubblici, validi dal 10 dicembre 2017 [www.ti.ch/trasporti]
04.12.2017
Militare: Visite di reclutamento 2018
04.12.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 04.12.2017 [www.ti.ch/caccia]
01.12.2017
Pubblicato il Rapporto al Gran Consiglio sull'aggiornamento delle Linee direttive 2015-2019
30.11.2017
Consegna degli attestati 2017 alle nuove Guardie della natura [www.ti.ch/natura]
29.11.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria dell'11 dicembre prossimo
28.11.2017
Concorsi scolastici: sono aperti i concorsi per la nomina e l’incarico di docenti e operatori per l’anno scolastico 2018/2019
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Al-Abadi
dichiara la fine
della guerra
all'Isis in Iraq

I 300 giorni
di carcere
del giornalista
Deniz Yucel