Slow Food propone l'obbligo di insegnare alimentazione
Immagini articolo
A scuola di buon gusto
si impara a mangiare
PATRIZIA GUENZI


Il buon gusto s’impara da piccoli. E, soprattutto, deve essere un diritto. Così la pensa Josef Zisyadis, presidente di Slow Food Svizzera, pronto a lanciare un’iniziativa popolare per inserire nella Costituzione l’insegnamento obbligatorio dell’alimentazione a scuola. "Fondamentale per dare agli allievi gli strumenti per nutrirsi bene affinché da adulti sappiano cosa mettere nel piatto", spiega Zisyadis a Caffè. Un aspetto che sta a cuore anche all’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (Usav) che ha elaborato un’App - MySwissFoodPyramid - per aiutare i cittadini nella ricerca di informazioni sugli alimenti e su come sceglierli.
Di alimentazione sana ed equilibrata si parla da anni. Tutti conosciamo la piramide alimentare che indica quali alimenti includere quotidianamente nella nostra dieta e quali no, o soltanto raramente. Eppure, continuiamo a mangiare male, a mettere in tavola troppi grassi e dolci e troppa poca frutta e verdura.
Una piramide coi piedi d’argilla, verrebbe da dire. Emerge anche dai risultati del primo studio nazionale sui consumi alimentari degli elvetici, dove ad essere rispettate sono soltanto le raccomandazioni relative a liquidi e bibite. Di regola 1-2 litri di bevande sono consumate dalla maggior parte dei cittadini. Il che è positivo. Meno positivo il fatto che tutti i giorni si mangino pure quattro porzioni di dolci, snack, salati e alcolici invece di una.
Il difensore del gusto Zisyadis intende fare sul serio. E osserva: "Così come esistono i programmi Gioventù e sport, Gioventù e musica, perché non fare anche Gioventù e gusto? Ancorando alla Costituzione l’insegnamento dell’alimentazione voglio investire sui consumatori di domani. In questo modo la Confederazione sarà libera di legiferare e di obbligare i cantoni a rispettare le indicazioni. Attualmente, infatti, i progetti di questo tipo divergono molto da regione a regione". Ad agosto, Zisyadis sottoporrà dunque la sua proposta al congresso annuale di Slow Food Svizzera. "Spero che venga accettata - dice -. Si potrebbero oganizzare corsi di cucina in classe, degustazioni, un orto a scuola e altre inizative per insegnare ai bimbi le basi per diventare indipendenti a tavola". Zisyadis ha pensato anche al finanziamento. Compensare i costi economizzando sui programmi di promozione dell’Ufficio federale della salute pubblica e di Promozione salute Svizzera. Il presidente di Slow Food Svizzera è ottimista pure sull’elaborazione di un programma scolastico. "Spero di poter coinvolgere un numero importante i partner attorno al progetto, persone consapevoli dell’importanza di educare i bambini ad un’alimentazione sana ed equilibrata".
E per chi tanto bambino non è più, il consiglio è di scaricare l’App dell’Usav. È gratuita, in tre lingue, per Android o Apple. Permette anche di tenere un diario nutrizionale, per avere un controllo di tutto ciò che in un giorno si consuma, tra alimenti solidi e liquidi. Solo chi è bene informato è in grado di scegliere consapevolmente cosa mangiare, senza rinunciare al piacere. E questo si può imparare già all’asilo. E chi a Zisyadis fa notare che l’alimentazione è una questione privata, che la scuola non dovrebbe immischiarsene, il "patron del gusto" replica: "Mangiamo tre volte al giorno, quasi sempre tre volte male. Diamo quindi ai futuri cittadini le nozioni indispensabili per conoscere gli alimenti e nutrirsi bene".

p.g.
08.07.2018


Articoli Correlati
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

I figli della provetta
compiono 40 anni
L'INCHIESTA

"La Svizzera annetta
Campione d'Italia"
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La sfida masochista
dei partiti di sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il populismo di Erdogan
sulla strada per l'Islam
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La dieta dei cittadini
interessa i governanti
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
16.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, luglio 2018
10.08.2018
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da venerdì 10 agosto 2018 alle ore 11.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
03.08.2018
Pubblicato il nuovo sito tematico dell'Ufficio di Consulenza tecnica e dei lavori sussidiati [www.ti.ch/consulenza-tecnica]
18.07.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, secondo trimestre 2018
18.07.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, giugno 2018
09.07.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 9 luglio 2018 alle ore 13.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
28.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2017
22.06.2018
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
22.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Romania:
scontri e feriti
nel corteo
anticorruzione

La Nasa
lancia "Parker",
la sonda
verso il Sole