Il bosco riduce lo stress e assorbe l'inquinamento
Immagini articolo
I benefici nel verde
anche per dimagrire
ROSELINA SALEMI


Forest bathing, tree hugging tree watching, wood therapy. Oppure "shirin yoku". Significano più o meno la stessa cosa e rispondono a un bisogno preciso: immergersi nel verde. Non è questione di sensibilità ma di salute. E sono stati proprio i giapponesi ad accorgersene. Qing Li, immunologo della Nippon Medical School di Tokyo e fondatore della Società Giapponese per la Medicina Forestale sostiene che le nostre società soffrono di un disturbo da "deficit di natura", e questo, ricordando che nel 2050 due umani su tre abiteranno in aree metropolitane, può essere piuttosto grave.
Il verde è diventato il nuovo Graal, il contatto fisico con la natura un modo per curare lo stress, ridurre la depressione, aumentare la produzione di proteine antitumorali. "Shirin yoku" può essere tradotto con forest bathing, cioè "bagno nel bosco". Praticarlo per due ore aiuta addirittura a dimagrire. Un gruppo di scienziati canadesi, americani e australiani ha confrontato densità degli alberi e salute della popolazione di Toronto. Conclusione: dieci alberi in più in un isolato producono lo stesso benessere offerto da un aumento di diecimila dollari. Undici alberi in più abbassano il rischio di malattie cardiovascolari, e "ringiovaniscono" di un anno e mezzo. Non solo. Sappiano che i nemici di chi vive in città sono le polveri sottili. L’Oms stima che l’inquinamento dell’aria ucciderà 6,2 milioni di persone ogni anno entro il 2050. Un singolo albero può assorbire 4,5 chili di inquinanti dall’aria in 12 mesi. Le piante dei parchi di Londra ne rimuovono 2.241 tonnellate. Perciò fate un po’ i conti se il verde è solo decorativo…
Il forest bathing non è una semplice passeggiata. Serve tempo per svuotare la mente dalle urgenze, concentrarsi sul respiro, accogliere i suoni che arrivano (gli uccelli, un fiume che scorre, il vento) e ascoltare in silenzio. Forse, sostiene Qing Li, potreste addirittura sentire le voci degli alberi che parlano tra loro come nel Signore degli Anelli. Daniele Zovi, generale di brigata del Comando Carabinieri-Forestale in Veneto ha raccolto nel volume Alberi sapienti, antiche foreste (Utet) i consigli per guardare e avere cura del bosco. Spiega che in certe condizioni il movimento delle chiome produce un suono simile a quello del flauto (tre note), ed è bello essere lì quando succede.
Si può anche Meditare camminando, titolo del manuale di Kin-Hin (Vallardi), lungo i sentieri di una foresta, come i pellegrini medievali sulla via Francigena, o sul cammino di Santiago, non per motivi religiosi, ma per una forma di ricerca interiore. Mentre Andrea Bianchi, consulente di comunicazione, nei suoi workshop invita a camminare scalzi (il suo libro è La terra sotto i piedi, Mondadori) e racconta del "bosco che suona", una foresta di abeti rossi in Val di Fiemme, nel Trentino, dove i maestri liutai cercavano il legno per costruire perfetti Stradivari. "Lasciarsi andare al cammino scalzo sul muschio, aprire i nostri sensi ha un effetto rigenerativo", dice. L’immagine più forte della camminata nel "bosco che suona" è quella del suo amico Andrea mentre abbraccia uno di questi grandi e fieri abeti di risonanza (tree hugging, ndr.). Lo fa in silenzio, con delicatezza e rispetto, prima appoggiando le mani e le braccia la tronco, poi un lato del capo. In quel momento, uomo e pianta sono un tutt’uno. Fatelo anche voi.
09.09.2018


Articoli Correlati
LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

La privacy è morta
evviva la privacy
L'INCHIESTA

Gli affiti il business
delle Ferrovie federali
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

E il dentista incassa
i soldi dei contribuenti
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il gioco a scacchi
tra Trump e Kim
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Dalla Russia a Roma
le avventure degli 007
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il dopo Chavez
che avvelena Caracas
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
06.02.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 18 febbraio prossimo
01.02.2019
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da venerdì 1° febbraio 2019 alle ore 9:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
30.01.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2018
29.01.2019
Concorso per funzioni di direzione e vicedirezione delle scuole medie superiori per il periodo 2019-2023
28.01.2019
I giovani e le aziende interessate a partecipare al programma di scambio Swiss Mobility sono invitati a porre candidatura entro il 15.3.2019
18.01.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2018
15.01.2019
Concorso per funzioni di direzione e vicedirezione delle scuole professionali secondarie e superiori per il periodo 2019-2023
09.01.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 21 gennaio prossimo
31.12.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 31 dicembre 2018 alle ore 09.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
21.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, dicembre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Ultimo
assalto
all'Isis
in Siria

Francia:
gilet gialli,
atto
numero 14