La filosofia di una comunità sui monti sopra Bellinzona
Immagini articolo
Riciclare e barattare
sotto la Quercia Nera
PATRIZIA GUENZI


Un altro modo di vivere, di concepire il lavoro, le relazioni, il cibo, la salute e l’educazione dei figli. Un altro modo, sempre più di questo mondo, basato sul baratto, sull’auto produzione di ciò che finisce in tavola, sul recupero di cose e valori, sulla condivisione, che ha conquistato anche Francesca Fretti, 41 anni, una formazione umanistica, e il compagno Gregorio Costantini, 39, professionalmente attivo nella ristorazione sino a quando cinque anni fa si è stancato. E, con suo fratello e Francesca  ha creato l’associazione Quercia Nera. "La quercia come simbolo che prende e rilascia energia, che condivide i suoi frutti e nutre - spiegano -. Nera  perché è il colore della Terra". Vivono in comunità, in Valle Morobbia. Purtroppo dovranno trovare un’altra sistemazione perché il proprietario ha deciso di vendere.
E allora, dalle colonne del Caffè si raccontano e lanciano un appello: "Cerchiamo un’area e un casale da recuperare, in mezzo al verde, dove vivere nel rispetto della natura - spiega Francesca, mamma di tre figli dai tre ai dodici anni -. È uguale dove, meglio nel Locarnese visto che i nostri due figli più grandi vanno alla scuola Steiner di Minusio, ma sappiamo bene che non possiamo restringere troppo il campo. L’importante è trovare una sistemazione che ci permetta di continuare a fare quello che facciamo". Ovvero, una vita ecosostenibile, con lo stretto necessario, due asini, cinque pecore nane e una quindicina di galline. "Cerchiamo di
Attualmente, Francesca e Gregorio condividono la quotidianità convivendo con una decina di persone, ma tante altre gravitano attorno alla Quercia Nera. "Hanno  dai 25 ai 50 anni, anche loro stanchi di correre e consumare, di non avere il tempo per fermarsi, pensare, ritrovarsi e dare un senso diverso alla propria esistenza", sottolinea Francesca. Così, trascorrono qualche giorno o settimana e danno una mano, dentro e fuori casa. "Quest’estate abbiamo coinvolto anche dei ragazzi con il woofing, una modalità che mette in relazione le aziende agricole con i viaggiatori. In cambio di qualche ora di lavoro in fattoria o nell’orto, si offre vitto e alloggio. È stato bello vedere i giovani interessati ad un altro tipo di vita, che non sia solo videogiochi e telefonini".
Tuttavia, qualche videogioco anche alla Quercia Nera è permesso. "Non c’è la tv ma un pc in casa c’è. Proibire non avrebbe senso. Spieghiamo, valutiamo e decidiamo assieme ai ragazzi cosa fare con questo strumento. Anche per loro deve essere una scelta basata sul ragionamento, sul confronto". Ma essere differenti è difficile, come sottolinea il sociologo (vedi sotto). "Mio figlio più grande è consapevole di non avere molto ci ciò che i suoi compagni hanno, ma vale anche l’inverso. Quando vuole esce e va in giardino, ha il bosco a due passi, gli animali. Ha una libertà e un’indipendenza che in città non potrebbe avere". Tanto indipendente da spostarsi da solo, con il fratello, sino a Minusio, a scuola. Andata e ritorno. "Sono autonomi e responsabili", sottolinea Francesca.
Un’autonomia che i membri della comunità vorrebbero fare propria. "Purtroppo non è ancora così, per mantenerci Gregorio fa il manutentore di giardini. Inoltre, collaboriamo con il Tavolino magico e anche Soccorso svizzero d’inverno ci sostiene. Ma se attorno alla nostra iniziativa c’è tanta solidarietà significa che è stata la scelta giusta. Stiamo anche cercando di creare una rete con realtà simili alla nostra, basata sullo scambio e la condivisione, di risorse e progetti".

pguenzi@caffe.ch
09.12.2018


Articoli Correlati
LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

L'ascensore sociale
si è ormai inceppato
L'INCHIESTA

"Il via vai di procuratori
rallenta le inchieste"
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

I talenti non hanno
orientamenti sessuali
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La crescita dipende
dai rapporti con Trump
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Le famiglie in fuga
dalle paure di Kabul
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Tecniche viet-cong
nei tunnel del Califfato
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
L'Ue messa a dura prova
dall'avanzata sovranista
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Cibo e ambiente
allungano la vita
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, marzo 2019
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2019
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, gennaio 2019
13.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2019
11.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, quarto trimestre e anno 2018
11.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2019
07.03.2019
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da giovedì 7 marzo 2019 alle ore 10.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
27.02.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta dell'11 marzo 2019.
27.02.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2019
27.02.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, gennaio 2019

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Brexit:
Farage lancia
la marcia
pro-Leave

Tirana:
violente proteste
davanti
al Parlamento