I contributi agli studenti da parte di Cantone e fondazioni
Borse di studio e aiuti
anche per i "mediocri"
MAURO SPIGNESI


Prestiti, borse di studio, aiuti a chi è in difficoltà finanziarie: chi vuol frequentare l’Università può contare su una serie di contributi legati al proprio reddito (se lavora) o della famiglia. "Ogni anno riceviamo circa 10mila domande - spiegano all’Ufficio cantonale degli aiuti allo studio del Dipartimento dell’educazione (Decs) - e le risposte positive si attestano all’80%". Il Cantone mette a disposizione delle borse di studio un budget di 20 milioni. Ma è una cifra indicativa, perché annualmente vengono finanziate tutte le richieste che giungono da parte di studenti che possiedono i requisiti richiesti. Compresi quelli che studiano all’estero o frequentano  soggiorni linguistici. Per tutti l’importo massimo è 16mila franchi. Oltre le borse di studio, che sono un contributo a fondo perduto, sono previsti anche prestiti per chi frequenta un dottorato, per i corsi postuniversitari o per chi affronta la riqualificazione professionale.
Insieme al Cantone in Ticino sono attive 27 fondazioni private che finanziano gli studi ad allievi "particolarmente meritevoli". Ma recentemente la "social startup" European funding guide ha creato un nuovo programma di borse di studio per studenti delle università (ma anche scuole medie) svizzere che non sono dei fuoriclasse. "L’unico requisito per poter presentare domanda - spiega Mira Maier che coordina l’iniziativa - è che lo studente non deve essere un allievo modello. Solo perché qualcuno non è eccezionale, ciò non significa che non meriti alcun riconoscimento".
17.09.2017


Articoli Correlati
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Ecco le cinque ricette
per salvare l'aeroporto
L'INCHIESTA

Quei crimini di guerra
"congelati" da Berna
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Salvacondotto Ue
per La Valletta
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Millennial al potere
ma non "correct"
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Quelle vie d'uscita
per Gerusalemme
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La pizza nasce local
ma è diventata global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
12.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2017
11.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre e terzo trimestre 2017
07.12.2017
Pubblicati orari e tariffe dei trasporti pubblici, validi dal 10 dicembre 2017 [www.ti.ch/trasporti]
04.12.2017
Militare: Visite di reclutamento 2018
04.12.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 04.12.2017 [www.ti.ch/caccia]
01.12.2017
Pubblicato il Rapporto al Gran Consiglio sull'aggiornamento delle Linee direttive 2015-2019
30.11.2017
Consegna degli attestati 2017 alle nuove Guardie della natura [www.ti.ch/natura]
29.11.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria dell'11 dicembre prossimo
28.11.2017
Concorsi scolastici: sono aperti i concorsi per la nomina e l’incarico di docenti e operatori per l’anno scolastico 2018/2019
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Al-Abadi
dichiara la fine
della guerra
all'Isis in Iraq

I 300 giorni
di carcere
del giornalista
Deniz Yucel