La nuova attrazione dei giovani verso i trasporti pubblici
"La patente piace meno,
cambiano le abitudini"
MASSIMO SCHIRA


Anche se resta il mezzo di trasporto più utilizzato in Svizzera, l’automobile sta perdendo un po’ di "sex appeal". Soprattutto tra i giovani, che guardano alla patente di guida con meno entusiasmo rispetto al passato. Ottenere la licenza, subito, appena compiuti i 18 anni, insomma, non è più una priorità. Un fatto che, in prospettiva, potrebbe influire parecchio sulle abitudini di trasporto del futuro e che emerge da uno studio condotto dall’Istituto di geografia dell’Università di Losanna. "Lo sviluppo dei trasporti pubblici anche la notte o il week end e cambiamenti nella società, come il maggiore accesso agli studi e il fatto che si fonda una famiglia più tardi, hanno contribuito a togliere alla patente quel ruolo di rito di passaggio all’età adulta", spiega al Caffè il professor Patrick Rérat, co-autore dello studio. Si potrebbe immediatamente pensare che alla base di questo cambiamento d’abitudini ci siano i costi della patente. "Ma non è così - osserva Rérat -, perché i corsi erano considerati cari anche negli anni passati, ma la tendenza è cambiata solo ora. La fascia tra i 18 e i 24 anni è scesa da un tasso di patenti del 70% al 58% attuale in soli cinque anni. Ma l’ultimo aumento reale di costi è del 2005, con l’introduzione dei 700 franchi del corso a due fasi". In realtà il ricercatore non vede neanche un "disamore" verso l’automobile. "Va detto che non si assiste ad un calo in senso stretto del numero di licenze di condurre in Svizzera - conclude Rérat -. Quanto di un ritardo nel momento in cui si ottiene la patente. Non è più un simbolo di libertà, è considerata più in senso utilitaristico".
22.10.2017


Articoli Correlati
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Troppa canapa light
e il mercato è saturo
L'INCHIESTA

Se lavori oltre i 65
rendite più ricche
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Dagli esodati
ai pensionati d'oro
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una tregua "olimpica"
riunisce le due Coree
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La folle corsa nucleare
non è solo propaganda
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La tendenza a esagere
...ereditata dai greci
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.02.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, gennaio 2018
12.02.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre 2017
12.02.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È in linea il nuovo dossier concernente la protezione dell'ambiente in Ticino
08.02.2018
La Segreteria del Gran Consiglio ha pubblicato la lista delle presenze dei Deputati alle sedute della legislatura in corso
07.02.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 19 febbraio prossimo
01.02.2018
Aggiornato il formulario della domanda di costruzione (versione 01.2018) [www.ti.ch/edilizia]
31.01.2018
Lingue e stage all'estero - 20 anni di scambi linguistici. Partecipa al concorso.
22.01.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2017
11.01.2018
Prova delle Sirene 2018
10.01.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 22 gennaio 2018.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Kosovo:
si festeggiano
i 10 anni
d'indipendenza

Messico:
la terra trema
e le paure
riaffiorano