Le conclusioni dello studio dell'Università di Zurigo
Immagini articolo
Il Caffe riconosciuto
fra la stampa di qualità


Nel panorama giornalistico svizzero sono soprattutto le offerte di scarsa qualità a raggiungere un ampio raggio di diffusione. Tuttavia - c’è dunque un positivo "però" nelle conclusioni dello studio annuale  sulla qualità dei media presentato in settimana dall’Universita di Zurigo - tuttavia è possibile registrare un ampio raggio di diffusione, ovvero conquistare un alto numero di lettori anche attraverso testate di qualità. Il giornalismo risulta ancora vincente se rispettoso del proprio Dna, pur tra le difficoltà economico-commerciali del momento, la disordinata, ma ricca, offerta online in costante crescita e le concentrazioni editoriali.
Lo studio dell’Università di Zurigo, che ormai da anni inserisce il Caffè fra le migliori testate del Paese, cita a mo’ di esempio, fra la stampa periodica e i settimanali in uscita la domenica, prima di tutto Il Caffè (su cui riconferma appieno le valutazioni del passato), Le Matin Dimanche e la Nzz am Sonntag. Fra i quotidiani in abbonamento, per citare ancora le singole regioni linguistiche, Il Corriere del Ticino, la Neue Zürcher Zeitung e Le Temps.
Saranno 19 anni anni fra due settimane quelli che compirà il Caffè. Diciannove anni da settimanale in uscita la domenica a cui se ne devono aggiungere 4 vissuti da quindicinale pubblicato il giovedì. Sono stati anni di maturazione che da qualche tempo vedono riconosciuto il percorso di crescita da un’analisi a livello nazionale.
Rilevanza dei servizi pubblicati (vale a dire importanza dei temi trattati); varietà degli argomenti affrontati; capacità di contestualizzare i fatti (cioè di spiegarne le origini e i possibili sviluppi); professionalità nel confezionare il giornale. Sono questi i quattro criteri con i quali lo studio ha preso in considerazione un’ottantina di testate svizzere. Di queste poco meno di cinquanta "presentano una qualità superiore alla media", ma solo 17 di queste hanno la capacità di raggiungere un lettorato numeroso. Quindi solo 17 riescono a coniugare qualità a diffusione. Fra queste, si legge nello studio, "oltre ad alcune trasmissioni della tv e della radio pubblica, le testate domenicali il Caffè, Le Matin Dimanche e la Nzz am Sonntag".
Dall’analisi dei quattro criteri di giudizio prima detti (rilevanza, varietà, contestualizzazione, professionalità) emerge una valutazione totale e finale, che lo studio chiama "scoring qualitativo". Fra i segmenti analizzati anche separatamente, quello dei settimanali raggiunge il vertice con un punteggio di 6.9, rispetto al 6.5 dei quotidiani (anche online). In cima stanno il settimanale L’Hebdo (chiuso a inizio anno) con l’8.1) e i quotidiani Neue Zurcher Zeitung (anch’esso 8.1) e Le Temps (7.8). Il Caffè con un 6.9 si pone al secondo posto (accanto alla SonntagZeizung) fra i settimanali in uscita la domenica. Al primo sta la Nzz am Sonntag (7.7) al terzo Le Matin Dimanche (6.6).   
Fra i quotidiani ai primi posti, sommando come detto i quattro criteri di qualità presi in considerazione, stanno la Neue Zürcher Zeitung (8.1), Le Temps (7.8) e il Tages Anzeiger (7.2). Valori ancora alti, qualità ancora di buon livello specie se confrontata con la capacità di raggiungere un numero elevato di lettori. Operazione sempre più difficile, fa notare lo studio, data la "proliferazione selvaggia" nella rete  (considerando in questo contesto anche i social network) di ogni tipo di informazione. Anche di una certa qualità grazie alle testate cartacee di cui sono talvolta una "costola".
L’informazione di qualità, il vero giornalismo insomma, di anno in anno perde posizione. Ma non importanza, credibilità agli occhi dei lettori che, tutto sommato, hanno dell’estemporanea informazione online un giudizio non propriamente positivo. Ma soprattutto, nota lo studio dell’Università di Zurigo, è il giornalismo di qualità a dare importanza e significato nel mercato generale alle case editrici. Senza la presenza di alcune testate, determinanti nel processo democratico (nota lo studio), anche alcune testate online subirebbero seri contraccolpi.
r.c.
29.10.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Se l'assistenza
è a lungo termine
L'INCHIESTA

Un "aiuto domiciliare"
diventato carissimo
L'IMMAGINE

Una settimana
un’immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Lei un invalida?
Ma è sui social!
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
I "Paradise Papers",
un furto di ricchezza
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il secessionismo
scuote l'Europa
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il colore "pervinca"
emblema di artificio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
24.11.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 24.11.2017 [www.ti.ch/caccia]
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017
15.11.2017
Istituto della formazione continua - Pubblicato il nuovo programma gennaio-giugno 2018 dei corsi base per formatori di apprendisti
15.11.2017
Comunicazione di prassi cantonale concernente le deduzioni di spese professionali particolari degli espatriati domiciliati nel Canton Ticino
08.11.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 8 novembre 2017 alle ore 10.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
07.11.2017
I dati del censimento annuale dei rifiuti sono ora consultabili in modo interattivo anche sul portale dell'Osservatorio Ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
30.10.2017
Pubblicato nuovo formulario per la compilazione elettronica della dichiarazione dei redditi 2017 dei Patriziati, con la funzione di somma automatica
24.10.2017
Aggiornato il sito tematico del Parco del Piano di Magadino [www.ti.ch/ppdm]
19.10.2017
Pubblicati i dati del traffico sulla rete stradale in Ticino nel 2016 [www.ti.ch/conteggi]
19.10.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Parigi:
Hariri annuncia
il ritorno
a Beirut

Zimbabwe:
corteo
contro
Mugabe