I progetti per snellire il traffico e battere l'inquinamento
Meno ingorghi e smog
con le auto "connesse"
MAURO SPIGNESI


Piattaforme, applicazioni e navigatori. La fluidità del traffico, che vuol dire meno inquinamento e meno disagi lungo le strade, passa dalla tecnologia. Sono diverse le aziende che puntano alla raccolta dei dati degli smartphone, soprattutto oggi che molte auto sono connesse ai telefonini e dunque alla Rete e grazie a questi segnali costanti si può analizzare e migliorare il traffico nelle città e nelle zone extraurbane.
Le prime società a sfruttare questi dati che arrivano in tempo reale sono le più conosciute aziende di navigazione e informatica, come ad esempio Google Maps e TomTom. Ma progetti sono stati annunciati anche da società telefoniche. Poi c’è il vasto arcipelago delle "startup" che si occupano di facilitare la ricerca di parcheggi in zone ad alta densità di traffico. L’idea è quella dunque si sfruttare questa grande mole di dati che si può ricavare dalle sim dei navigatori, ma anche da altri segnali che restituiscono la posizione delle vetture e consentono di fornire indicazioni per evitare code e ingorghi. Servizi di "geolocalizzazione" che potrebbero in futuro contribuire a realizzare il "barometro del traffico".
Un altro sistema è quello attorno all’applicazione GoEco, messo a punto da Supsi e Politecnico di Zurigo, che permetteva di modificare gli spostamenti in auto scegliendo percorsi sostenibili. E che ha avuto una sua evoluzione con l’app RideMyRoute, che rientra nel programma Horizon 2020.

m.sp.
29.10.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Se l'assistenza
è a lungo termine
L'INCHIESTA

Un "aiuto domiciliare"
diventato carissimo
L'IMMAGINE

Una settimana
un’immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Lei un invalida?
Ma è sui social!
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
I "Paradise Papers",
un furto di ricchezza
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il secessionismo
scuote l'Europa
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il colore "pervinca"
emblema di artificio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
24.11.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 24.11.2017 [www.ti.ch/caccia]
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017
15.11.2017
Istituto della formazione continua - Pubblicato il nuovo programma gennaio-giugno 2018 dei corsi base per formatori di apprendisti
15.11.2017
Comunicazione di prassi cantonale concernente le deduzioni di spese professionali particolari degli espatriati domiciliati nel Canton Ticino
08.11.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 8 novembre 2017 alle ore 10.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
07.11.2017
I dati del censimento annuale dei rifiuti sono ora consultabili in modo interattivo anche sul portale dell'Osservatorio Ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
30.10.2017
Pubblicato nuovo formulario per la compilazione elettronica della dichiarazione dei redditi 2017 dei Patriziati, con la funzione di somma automatica
24.10.2017
Aggiornato il sito tematico del Parco del Piano di Magadino [www.ti.ch/ppdm]
19.10.2017
Pubblicati i dati del traffico sulla rete stradale in Ticino nel 2016 [www.ti.ch/conteggi]
19.10.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Parigi:
Hariri annuncia
il ritorno
a Beirut

Zimbabwe:
corteo
contro
Mugabe