Simona era una ragazzina quando subì il primo abuso
"Frequentava casa
e mi ha violentato"
PATRIZIA GUENZI


Sono esperienze che ti segnano per tutta la vita. E te la rovinano". Simona Davi, 30 anni, ha subito sulla propria pelle la violenza dentro le mura domestiche. Per anni è stata stuprata da una persona che frequentava casa sua. La prima violenza quando aveva 14 anni. E anche se oggi ha riacquistato un poco di equilibrio, si è sposata e ha un bimbo di 3 anni, "questo tipo di violenza ti rovina  l’esistenza - dice al Caffè -. Mi è stata tolta la dignità. Sono in invalidità e per tutta la vita avrò bisogno di un sostegno psichiatrico".
Solo dieci anni dopo Simona trova la forza di denunciare il suo aguzzino e iniziare un doloroso cammino per far valere le sue ragioni. Un altro calvario. "Ho dovuto raccontare più e più volte gli abusi sessuali subiti per due anni - ricorda -. È stato terribile. Ero io la vittima, ma è stata una pena infinita". E aggiunge: "Purtroppo in Ticino non si parla abbastanza di abusi e violenze e quindi in tanti pensano che queste cose non capitino. Capitano eccome, ve lo assicuro. Vorrei evitare ad altri il mio calvario. Esiste, sì, la rete di sostegno delle varie istituzioni, ma è fragile e disorganizzata. E la vittima resta sola. Io sono restata sola".
Simona è cresciuta in una famiglia disastrata. Un padre assente e una madre con problemi di salute. A 14 anni viene messa in un istituto, qui conosce un ragazzo di 19 anni che frequenta anche casa sua. "Proprio a casa mia capita il primo abuso - riprende Simona -. Io ero minorenne, indifesa, lui molto più grande e forte. Cosa potevo fare? Mia madre era come se non ci fosse, nessuno poteva difendermi". Le violenze vanno avanti, ripetute, per due lunghi anni. "Non mi lasciava mai sola, non potevo avere amici - aggiunge -. Mi chiedo come è possibile che nessuno si sia accorto di nulla". A 16 anni Simona soffre di anoressia. "Tutti mi chiedevano cosa avessi, perché non parlavo, ma concretamente nessuno si è preso cura di me", osserva. La situazione precipita, ansia, depressione e attacchi di panico. Quando finalmente Simona denuncia il suo aguzzino, questi ammette le sue colpe. "Ha sempre detto di averlo fatto perché mi amava. In realtà mi ha distrutta", conclude Simona.

p.g.
26.11.2017


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

"Su Argo 1 il governo
ha delle responsabilità"
L'INCHIESTA

Interessi immobiiari
dietro i milioni in pista
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La giovane Greta
contro le energie fossili
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Brexit un divorzio
che non avrà vincitori
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Dalla Russia a Roma
le avventure degli 007
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Otto appuntamenti
nel mondo che muta
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.01.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2018
15.01.2019
Concorso per funzioni di direzione e vicedirezione delle scuole professionali secondarie e superiori per il periodo 2019-2023.
09.01.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 21 gennaio prossimo
31.12.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 31 dicembre 2018 alle ore 09.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
21.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, dicembre 2018
20.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, novembre 2018
18.12.2018
Licenziato il messaggio relativo all’approvazione del Piano cantonale delle aggregazioni
12.12.2018
Ampliato il ventaglio dei colori per le mappe della qualità dell'aria [www.ti.ch/oasi]
09.12.2018
Nuovo orario 2019 per i mezzi di trasporto pubblico in Ticino [www.ti.ch/trasporti]
07.12.2018
Concorsi scolastici 2019/2020 - è aperto il concorso per la nomina e l'incarico di docenti e operatori

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Ungheria
di nuovo
in piazza
contro Orban

Messico:
65 morti
durante furto
di combustibile