Il racconto di Viviana che ha subito violenze e soprusi
"Per anni picchiata
dal mio ex partner"
PATRIZIA GUENZI


Se quando arrivo a casa ti trovo lì ti ammazzo". Queste parole Viviana non le dimenticherà più. Gliele aveva rivolte il suo partner, il padre di suo figlio, con cui ha convissuto per quattro anni. Quattro anni di botte insulti e prevaricazioni. "Ricordo di avere immediatamente chiamato la polizia per farmi aiutare e sapete che mi rispose? Cosa veniamo a fare? Tanto fin che siamo lì noi non succederebbe nulla". Oltre alle violenze Viviana si è sempre trovata davanti un muro. "Sola, senza nessuno che capisse il reale dramma che stavo vivendo", dice al Caffè la donna, oggi sessantenne.  
Tanti gli episodi in cui Viviana senza reagire ha subìto botte e minacce. "Qualche volta scappavo di casa, mi rifugiavo col bambino da mia sorella. Ma poi lui arrivava con la scusa di trovare suo figlio e mi implorava di tornare. Piangeva, diceva che non l’avrebbe più fatto. Mi supplicava". E Viviana cedeva. E ricominciava a girare la perversa ruota della violenza familiare. "Proprio come vedi al cinema o in alcuni documentari - osserva -. Capita davvero così. Il carnefice implora la vittima, per poi scordarsi le promesse e ricominciare daccapo appena lei torna a casa". Una volta Viviana finì pure al pronto soccorso. "Fu lui a chiamare l’ambulanza, non so cosa gli raccontò, ma nessuno mosse un dito", ricorda.
Un giorno finalmente Viviana trova la forza di andarsene. E non più tornare. Qualche anno fa, per sostenere le vittime di violenza in famiglia, invitarle ad uscire dall’omertà, aveva pensato di creare un gruppo d’aiuto. Purtroppo l’idea non si è mai concretizzata. "A parole sono in tanti a sostenere iniziative di questo tipo, ma quando è il momento di concretizzare qualcosa, di darsi da fare per garantire un aiuto alle vittime non trovi più nessuno", dice sconsolata. Eppure, spezzare il silenzio, liberarsi dalla vergogna, parlare di violenza domestica è fondamentale per riuscire a cambiare le cose. "È un mondo sommerso, di cui si parla ancora troppo poco. Occorrono più sostegni esterni". E conclude: "Chiamare la polizia, che se viene spesso è troppo tardi, non può essere la soluzione. Bisogna intervenire prima".
pguenzi@caffe.ch
26.11.2017


IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

"Troppi negozi chiusi,
ogni mese 5 in meno"
L'INCHIESTA

La "bolla integralista"
cresce nelle carceri
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Sparate leghiste
da ignorare sempre
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una politica assente
per il business migranti
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
L'amore d'antan
nel "Regality show"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
22.06.2018
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
22.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2018
08.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, primo trimestre 2018
06.06.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 18 giugno 2018.
06.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2018
01.06.2018
In occasione della "Settimana europea per lo sviluppo sostenibile", in programma dal 30 maggio al 5 giugno 2018, il Dipartimento del territorio (DT) ha aggiornato le pagine del proprio sito tematico, mettendo in evidenza attività e progetti promossi in collaborazione con i numerosi partner [www.ti.ch/sviluppo-sostenibile]
30.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile e primo trimestre 2018
29.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile e primo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Macron
ipoteca
il mini vertice
europeo

Bosnia-Erzegovina:
la rotta dei migranti
al confine
con la Croazia