I retroscena delle "dismissioni" del funzionario Scheurer
Immagini articolo
Un prepensionamento
per salvare la faccia
LIBERO D'AGOSTINO


Riserbo assoluto sul rapporto dell’inchiesta amministrativa sul caso Argo1 dell’ex procuratore pubblico Marco Bertoli. Dalle pochissime indiscrezioni che filtrano dal governo si sa che il rapporto Bertoli è molto duro verso i funzionari della Divisione dell’azione sociale al centro dello scandalo per il mandato illegale di 3,4 milioni di franchi alla Argo1. Intanto, a Palazzo molti deputati masticano ancora amaro per il prepensionamento di Renato Scheurer, l’ex responsabile dell’ufficio del sostegno sociale. Non si nasconde il timore che questo possa essere il primo passo per insabbiare un caso che presenta ancora molti punti oscuri.
Tra i parlamentari che hanno seguito più da vicino lo scandalo Argo1 c’è chi si dice sicuro che il governo, già molto tempo prima dell’annuncio ufficiale, stesse lavorando al prepensionamento di Scheurer e alla sua sostituzione. Tant’è che dalla primavera scorsa nell’Amministazione si sarebbero già dati da fare per trovare chi sostituisse definitivamente Scheurer, che era stato sospeso dalle sue funzione dal Consiglio di Stato. Questo è quanto sostiene un deputato. Insomma, una quiescenza programmata, tanto per cominciare a levare qualche castagna dal fuoco.
Via Claudio Blotti, che dal settembre 2016 ha lasciato la direzione della Divisione dell’azione sociale, a casa anticipatamente Scheurer, nell’amministrazione cantonale non ci sono più i due principali protagonisti del mandato milionario alla Argo1. Insomma, la situazione ideale per mettere il coperchio sopra una vicenda che ha incrinato la credibilità delle istituzioni.
Il governo per mesi e mesi ha sottovalutato le implicazioni di Argo1, e nelle scorse settimane alcuni ministri sarebbero stati criticati dai loro stessi partiti anche per il pensionamento anticipato di Scheurer, che agli occhi dell’opinione pubblica appare come una scappatoia per disinnescare uno scandalo che si trascina ormai da troppo tempo. Ora si attende che il Consiglio di Stato renda noto il rapporto Bertoli. Ma non ci si fa tante illusioni. "I due funzionari che sono andati via non sono più perseguibili amministrativamente e, finora, non sono neanche emersi fatti di rilevanza penale - aggiunge il deputato -. Perciò, il governo non potrà che prendere atto delle falle nelle procedure di controllo e indicare dei possibili correttivi".
17.12.2017


Articoli Correlati
LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

Gli ospedali diventano
cliniche specializzate
L'INCHIESTA

Il successo di Airbnb
infastidisce gli hotel
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Niente video porno
tra i caffè americani
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
I giganti del mercato
condizionano gli Stati
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La silente resistenza
del Califfato islamico
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
12.12.2018
Ampliato il ventaglio dei colori per le mappe della qualità dell'aria [www.ti.ch/oasi]
09.12.2018
Nuovo orario 2019 per i mezzi di trasporto pubblico in Ticino [www.ti.ch/trasporti]
07.12.2018
Concorsi scolastici 2019/2020 - è aperto il concorso per la nomina e l'incarico di docenti e operatori
06.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2018
05.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2018
05.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2018
05.12.2018
Aggiornati i dati su consumo e produzione di energia in Ticino consultabili nel portale dell'Osservatorio ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
30.11.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2018
29.11.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2018
28.11.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 10 dicembre 2018.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

La Cina
rilancia
la "Corsa
alla Luna"

Strage
di Corinaldo:
la discoteca
era sovraffollata