Un rapporto dell'Onu inchioda la Corea del Nord
Immagini articolo
Pyongyang vende armi
nonostante l'embargo


In barba alle sanzioni internazionali, la Corea del Nord ha esportato l’anno scorso prodotti proibiti, in particolare carbone e ferro, per un guadagno di quasi 200 milioni di dollari. Inoltre il regime di Kim Jong-Un ha fornito armi a Siria e Myanmar, tra cui "materiale utilizzabile in programmi missilistici e nelle armi chimiche".
A rivelarlo è un rapporto di 213 pagine redatto da un gruppo di esperti delle Nazioni Unite incaricati di valutare l’applicazione delle sanzioni decise nei confronto di Pyongyang per i suoi programmi di missili nucleari e balistici, giudicati pericolosi per la stabilità internazionale. Il rapporto dell’Onu punta il dito in particolare contro la Cina, accusata di non rispettare l’embargo. Non solo mettendo a disposizione i propri porti, ma anche rifornendo la Corea del Nord di petrolio.
Già durante l’anno scorso in più occasioni era stata denunciata la pratica di trasferire petrolio, in mare aperto, dalle navi cinesi a quelle nordcoreane. Il governo di Pechino aveva sempre negato sostenendo di attenersi strettamente alle regole. Il rapporto dell’Onu rinnova la denuncia e chiede a tutti gli Stati membri "uno sforzo coordinato per contrastare queste attività illecite".
A fine gennaio era stata invece un’inchiesta di Reuters a evidenziare l’aggiramento dell’embargo. In quel caso sul banco degli imputati c’era la Russia, accusata di commerciare il carbone nordcoreano sotto mentite spoglie, ovvero fingendo fosse russo. I carichi passerebbero dai porti di Nakhodka e Kholmsk e da lì proseguirebbero - ironia della sorte - verso Corea del Sud e Giappone, i due più vicini bersagli minacciati da Pyongyang.
04.02.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

La privacy è morta
evviva la privacy
L'INCHIESTA

Gli affiti il business
delle Ferrovie federali
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

E il dentista incassa
i soldi dei contribuenti
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il gioco a scacchi
tra Trump e Kim
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Dalla Russia a Roma
le avventure degli 007
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il dopo Chavez
che avvelena Caracas
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
19.02.2019
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da martedì 19 febbraio 2019 alle ore 09.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
06.02.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 18 febbraio prossimo
01.02.2019
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da venerdì 1° febbraio 2019 alle ore 9:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
30.01.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2018
29.01.2019
Concorso per funzioni di direzione e vicedirezione delle scuole medie superiori per il periodo 2019-2023
28.01.2019
I giovani e le aziende interessate a partecipare al programma di scambio Swiss Mobility sono invitati a porre candidatura entro il 15.3.2019
18.01.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2018
15.01.2019
Concorso per funzioni di direzione e vicedirezione delle scuole professionali secondarie e superiori per il periodo 2019-2023
09.01.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 21 gennaio prossimo
31.12.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 31 dicembre 2018 alle ore 09.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Ultimo
assalto
all'Isis
in Siria

Francia:
gilet gialli,
atto
numero 14