Confronto tra il ministro Beltraminelli e il medico Noseda
Immagini articolo
Ipotesi "Sanità 2040"
si punta sulle specialità
PATRIZIA GUENZI


Anche se la maggioranza del Gran Consiglio ha sostenuto l’idea di un polo di riferimento nel quale concentrare nel 2040 la medicina di punta in Ticino si continuerà a discutere ancora a lungo. Il progetto di un ospedale cantonale, contenuto in un’iniziativa parlamentare del ppd Simone Ghisla e altri granconsiglieri, ha dunque fatto il primo passo di quello che già si profila come un lunghissimo iter. La salute scalda gli animi. Da sempre. Chi non vuole rinunciare all’offerta attuale, che garantisce la distribuzione di cure adeguate e di qualità, chi invece pensa che concentrare, specialità e forze, sia vincente per il futuro.
A favore di un polo di riferimento unico, il ministro della Sanità Paolo Beltraminelli, per limitare il numero di pazienti che si curano fuori cantone e "per tenere il passo a livello nazionale e la necessaria capacità di attrarre ottimi medici e professori". Per Giorgio Noseda, oltre trent’anni primario all’ospedale di Mendrisio e di Lugano, l’attuale assetto sanitario "multisito" ancora attuale. "Un modello che può e deve essere ulteriormente sviluppato, ma funzionale anche per il futuro". E fa l’esempio dello Iosi, l’Istituto oncologico della Svizzera italiana, con una gestione unitaria, ma distribuita sui quattro ospedali regionali, e la concentrazione dei casi complessi a Bellinzona.
Una cosa è certa. Non finisce qui. Il legislativo s’è ben guardato dal fare ogni e qualsiasi riferimento regionale. Sorgerà ex novo o si insedierà, potenziandolo, in un ospedale già esistente? L’iter come detto sarà lunghissimo.
04.02.2018


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Troppa canapa light
e il mercato è saturo
L'INCHIESTA

Se lavori oltre i 65
rendite più ricche
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Dagli esodati
ai pensionati d'oro
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una tregua "olimpica"
riunisce le due Coree
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La folle corsa nucleare
non è solo propaganda
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La tendenza a esagere
...ereditata dai greci
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.02.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, gennaio 2018
12.02.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre 2017
12.02.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È in linea il nuovo dossier concernente la protezione dell'ambiente in Ticino
08.02.2018
La Segreteria del Gran Consiglio ha pubblicato la lista delle presenze dei Deputati alle sedute della legislatura in corso
07.02.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 19 febbraio prossimo
01.02.2018
Aggiornato il formulario della domanda di costruzione (versione 01.2018) [www.ti.ch/edilizia]
31.01.2018
Lingue e stage all'estero - 20 anni di scambi linguistici. Partecipa al concorso.
22.01.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2017
11.01.2018
Prova delle Sirene 2018
10.01.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 22 gennaio 2018.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Kosovo:
si festeggiano
i 10 anni
d'indipendenza

Messico:
la terra trema
e le paure
riaffiorano