Il ministro ppd alla Commisione d'inchiesta sul caso Argo1
Paolo Beltraminelli:
'Mai parlato di urgenza'
REDAZIONE CAFFÈ


Punto per punto. Il Rapporto Bertoli è stato confutato punto per punto. C’è un aspetto che Beltraminelli sottolinea ormai dal suo primo intervento lo scorso marzo in Parlamento, poche settimane dopo lo scoppio dello scandalo. L’urgenza. "Non si è mai asserito che vi fosse urgenza di attribuire il mandato ad Argo1". E questa cosa rispondendo ad un’interpellanza Beltraminelli la disse appunto il 13 marzo. "Vi era però la necessità di avere un’agenzia di sicurezza alla luce della precarietà e provvisorietà nella gestione dei richiedenti l’asilo". Una provvisorietà e precarietà, ha rilevato il ministro davanti ai commissari, che è stata pure riconosciuta e ammessa anche nel rapporto di Marco Bertoli. Una precarietà e una provvisorietà che, secondo il ministro, imponeva "procedure in deroga alla normale prassi". Tanto che tutti i mandati attinenti alla gestione provvisoria e straordinaria dei richiedenti l’asilo, anche questo Beltraminelli disse lo scorso marzo, sono stati assegnati su mandato diretto. "Vi era troppa incertezza, così sostiene il consigliere di Stato, nel fissare nel bando le condizioni di concorso e le prestazioni richieste". L’unico contratto fu quello con Argo1, provvisorio e firmato da Beltraminelli "per verificare con condizioni precise le capacità di quella ditta".
E ancora. Beltraminelli ha fatto rilevare lo scorso martedì ai commissari quella che lui reputa una contraddizione del Rapporto Bertoli. Il perito nelle sue conclusioni afferma infatti che "nemmeno il rinnovo tacito (ndr. ad Argo1) è giustificato, mancando conferme di effettivi controlli sulla presenza di agenti necessari e contrattualmente previsti". Questa argomentazione, ha rilevato Beltraminelli, cioè l’assenza di controlli, è in contraddizione con altri passaggi del rapporto. A pagina 16 Marco Bertoli infatti scrive: "(...) sulla cui necessità - dei controlli - già per logica v’è da chiedersi il senso; il contratto non prevedeva tali controlli (...), il che è ovvio: sarebbe assurdo affidare la sorveglianza a qualcuno che a sua volta andrebbe sorvegliato".
25.02.2018


Articoli Correlati
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

"Troppi negozi chiusi,
ogni mese 5 in meno"
L'INCHIESTA

La "bolla integralista"
cresce nelle carceri
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Sparate leghiste
da ignorare sempre
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una politica assente
per il business migranti
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
L'amore d'antan
nel "Regality show"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
22.06.2018
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
22.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2018
08.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, primo trimestre 2018
06.06.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 18 giugno 2018.
06.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2018
01.06.2018
In occasione della "Settimana europea per lo sviluppo sostenibile", in programma dal 30 maggio al 5 giugno 2018, il Dipartimento del territorio (DT) ha aggiornato le pagine del proprio sito tematico, mettendo in evidenza attività e progetti promossi in collaborazione con i numerosi partner [www.ti.ch/sviluppo-sostenibile]
30.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile e primo trimestre 2018
29.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile e primo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Macron
ipoteca
il mini vertice
europeo

Bosnia-Erzegovina:
la rotta dei migranti
al confine
con la Croazia