Dai Grigioni al Ticino la denuncia di un pericoloso "esodo"
Immagini articolo
L'allarmante 'trasloco'
delle società fantasma
MAURO SPIGNESI


C’è da tempo un flusso ininterrotto di società dal Ticino ai Grigioni. Aziende che trasferiscono la sede legale ma non sempre gli uffici operativi. Che restano fra Lugano, Chiasso e Mendrisio. Un cambio solo di facciata. E questo perché molto probabilmente non vogliono incappare nei controlli ticinesi dove l’attenzione verso questo fenomeno è cresciuta parallelamente all’aumento delle inchieste per reati finanziari (253 nel 2016 con 55 rinvii a giudizio). Invece zone come il Moesano, dove le cassette delle lettere con i nomi di ditte straniere proliferano, sono più tranquille e discrete. Anche se il Municipio di Grono ha segnalato quanto stava accadendo a Coira chiedendo un deciso intervento delle autorità.
D’altronde in quattro anni, ovvero dal 2013 al 2017, si sono trasferite dal Ticino ai Grigioni 333 società. Un fenomeno, questo, che è finito sotto la lente di diversi parlamentari retici e ticinesi, ed è stato denunciata dall’ex commissario di polizia Fausto Cattaneo. E che ora torna d’attualità attraverso una lunga interrogazione (ultima in ordine di tempo; a novembre c’era stata una interpellanza di Giorgio Fonio e Boris Bignasca) del granconsigliere Matteo Quadranti (Plrt) che chiede al Consiglio di Stato "quali misure concrete vengono adottate o sono previste sulla base degli incontri avuti con il Governo grigionese" proprio su questo flusso di società, che potrebbe nascondere qualcosa di preoccupante.
Di preoccupante o di "poco chiaro", come ha messo in evidenza il granconsigliere retico Hans Peter Wellig nel giugno scorso quando aveva presentato a Coira una interpellanza proprio sull’escalation di società "buca lettere" (senza una reale attività) trasferite dal Ticino. Alcune, come è emerso, in mano a famiglie di pregiudicati per reati legati alla criminalità organizzata.
"Il problema - spiega al Caffè Quadranti - è che così si offusca l’immagine della piazza finanziaria ticinese e svizzera in generale e magari anche le aziende serie preferiscono poi stare alla larga e non venire ad investire qui da noi". Anche per questo Quadranti chiede al governo "quali misure di prevenzione antiriciclaggio e anticrimine finanziario vengono adottate - se sono adottate o previste - dalle autorità di polizia ticinesi, anche ma non solo, per prevenire che la piazza finanziaria ticinese diventi luogo di affaristi e truffatori?".

m.sp.
04.03.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

L'ascensore sociale
si è ormai inceppato
L'INCHIESTA

"Il via vai di procuratori
rallenta le inchieste"
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

I talenti non hanno
orientamenti sessuali
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La crescita dipende
dai rapporti con Trump
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Le famiglie in fuga
dalle paure di Kabul
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Tecniche viet-cong
nei tunnel del Califfato
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
L'Ue messa a dura prova
dall'avanzata sovranista
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Cibo e ambiente
allungano la vita
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, marzo 2019
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2019
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, gennaio 2019
13.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2019
11.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, quarto trimestre e anno 2018
11.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2019
07.03.2019
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da giovedì 7 marzo 2019 alle ore 10.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
27.02.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta dell'11 marzo 2019.
27.02.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2019
27.02.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, gennaio 2019

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Brexit:
Farage lancia
la marcia
pro-Leave

Tirana:
violente proteste
davanti
al Parlamento