function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};
Il ministro Pacolli sulla Nazionale e i giocatori kosovari
"La Svizzera vola alto,
chi lo nega è bugiardo"
ANDREA STERN


Per me è stata una serata indimenticabile - confida al Caffè Beghjet Pacolli, ministro degli esteri del Kosovo, che ha assistito da Lugano alla vittoria della nazionale elvetica sulla Serbia -. Una serata fantastica non solo per gli svizzeri ma anche per tutti quelli che amano la Svizzera". Come lo stesso Pacolli, nato 66 anni fa in un piccolo paesino tra le montagne kosovare e nel frattempo diventato l’uomo più ricco del suo Paese. Da decenni ha il suo quartiere generale in Ticino e ha pure la cittadinanza svizzera. "Poche ore prima della partita contro la Serbia - racconta - ho incontrato il consigliere federale Ignazio Cassis e tra le tante cose abbiamo parlato anche di calcio. Gli ho promesso che questa volta i ragazzi svizzeri del Kosovo non ci avrebbero delusi. Ed effettivamente è andata così, sono stati formidabili".
Sempre poche ore prima della partita, Pacolli ha pubblicato sui suoi profili social un disegno (vedi a lato) che illustra il calciatore rossocrociato Granit Xhaka mentre, con in testa il tipico copricapo kosovaro, dipinge un’aquila nera sulla croce bianca della bandiera svizzera. Dietro di lui ci sono gli altri tre giocatori svizzeri con origini albanesi, Valon Behrami, Xherdan Shaqiri e Blerim Dzemaili. "Ogni albanese è orgoglioso di voi", ha commentato. Cosa vorrà mai significare quel disegno? Pacolli preferisce non commentare. Allo stesso modo sorvola in merito all’opportunità del gesto dell’aquila esibito da Xhaka e Shaqiri dopo le rispettive reti, gesto che tanti fiumi d’inchiostro sta facendo scorrere. Il ministro degli esteri del Kosovo si limita a commentare l’accaduto con una frase sibillina. "La Svizzera vola alto - afferma - e chi si oppone a questo o non è un uomo buono o è un bugiardo". Vola alto come un’aquila albanese, quindi? A ognuno la sua interpretazione.
L’imprenditore svizzero-kosovaro è invece più loquace quando si tratta di sottolineare l’esattezza dei suoi pronostici. "Avevo predetto - spiega - che la Svizzera avrebbe sconfitto la Serbia e che i quattro giocatori di origine albanese avrebbero avuto un ruolo determinante. Ancora una volta sono felice di aver visto giusto. Ora mi auguro che la Nazionale possa compiere un lungo cammino in questi entusiasmanti mondiali di calcio".

a.s.
24.06.2018


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
13.05.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 25 maggio 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile 2020
30.04.2020
Pubblicato il Rendiconto 2019 del Consiglio di Stato
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ripartenza a singhiozzo
e borse poco indicative
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il braccio del Sultano
"allunga" il suo potere
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

In Francia
si riprende
ad andare
a messa

Spagna:
10 giorni di lutto
e piano di riapertura
dal primo luglio

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00