function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};
Dai saluti romani agli urli di guerra agli strappi al protocollo
I "messaggi sociali"
dai campi alle tribune
MAURO SPIGNESI


Pugni alzati al cielo, saluti romani davanti alla curva, atleti che si inginocchiano per protesta. C’è di tutto, se si va a pescare nei "messaggi sociali", tra calcio, basket e altri sport. Quelli di Granit Xhaka e Xherdan Shaqiri sono solo gli ultimi strappi al protocollo sportivo di un Mondiale preceduto dalle polemiche. A maggio, infatti, a Londra, i campioni di origini turche della Nazionale tedesca Mesut Özil e Ilkay Gündogan si erano fatti fotografare sorridenti con il presidente Erdogan. E l’allenatore Juergen Loew aveva fatto osservare che "se si gioca per la Germania, bisogna rappresentare il Paese e i suoi valori". Certo, loro non erano in campo in mondovisione. Lo erano invece le star afroamericane del basket, del baseball e del football, che si erano inginocchiati per protesta contro Donald Trump invece di restare in piedi durante l’inno Usa. Tanto che erano intervenute le federazioni minacciando multe.
Nel novembre del 2012, poi, c’era stato l’episodio che aveva coinvolto Shaqiri e Mario Mandzukic. Quest’ultimo, dopo la rete del vantaggio del Bayern Monaco sul Norimberga, aveva fatto il saluto romano mentre lo svizzero aveva fatto il saluto militare. Ed erano seguite polemiche a non finire. Un po’ come quelle scatenate dal celebre gesto di Paolo Di Canio che dopo un gol con la Lazio era andato sotto la curva e anche lui aveva fatto il saluto romano.
Nel 2013, invece, la Fifa aveva squalificato per 10 gionate il difensore croato Josip Simunic per comportamento discriminatorio: alla fine di una gara contro l’Islanda aveva preso in mano il microfono e gridato ai tifosi "per la patria!", l’urlo di guerra degli ustascia, alleati dei nazisti. Tanto che lo slogan è accostato al tedesco "Sieg Heil". m.sp.
24.06.2018


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
13.05.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 25 maggio 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile 2020
30.04.2020
Pubblicato il Rendiconto 2019 del Consiglio di Stato
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ripartenza a singhiozzo
e borse poco indicative
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il braccio del Sultano
"allunga" il suo potere
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

In Francia
si riprende
ad andare
a messa

Spagna:
10 giorni di lutto
e piano di riapertura
dal primo luglio

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00