L'analisi dopo il Pardo d'ro al film "A land imagined"
Immagini articolo
Ha vinto un film
che vedranno pochi
MARIAROSA MANCUSO


Twin Peaks" di David Lynch ha fatto danni, generando imitatori non all’altezza del maestro. L’ultimo meteorite colpisce il Palmarès di Locarno 2018, vinto da "A Land Imagined": film made in Singapore che comincia operaio come "Il salario della paura" di William Friedkin (o anche "Vite vendute" di Georges Artaud) e finisce visionario. Ai lavoratori immigrati viene tolto il passaporto, trovano sollievo nelle sale giochi (o forse anche il cantiere è un sogno, chi può dirlo?). Va notato comunque lo sfasamento: la serie tv è andata in onda nel 1990, il cinema la imita trent’anni dopo.
Il regista vincitore del Pardo si chiama Yeo Siew Hua, non fate neppure lo sforzo di tenerlo a mente: fa un film ogni dieci anni, questo è il secondo, e nelle sale non circolerà. Bisogna pur rispettare la gloriosa tradizione del Locarno Festival, dove il pubblico e il cinema si incontrano solo in Piazza Grande, per il resto viaggiano su binari separati.
Speravamo nei giurati Emmanuel Carrère e Sean Baker, lo scrittore di "Limonov" e il regista di "Un sogno chiamato Florida", per una campagna a favore dei due titoli che pur parlando di miseria e desolazione si facevano guardare senza bisogno di pizzichi per tenersi svegli. L’americano "Diane" di Kent Jones e il britannico "Ray & Liz" di Richard Billingham, che ha avuto solo una menzione speciale (come se lo avessero scoperto quando i giochi erano già fatti).
Premio per l’attrice a Andra Guti, la ragazzina antipatica e manipolatrice nel film del rumeno Rudu Munteanu (non era esente da difetti, ma almeno era una donna parlante, meglio della turca "Sibel" che comunica con il linguaggio dei fischi). Premio per l‘attore al coreano KI Joobong per "Gangbyun Hotel", l’albergo sul fiume diretto da Hong Sangsoo. Ovvero: il film prediletto dai cinefili che non si sono fatti incantare dal monumento al (proprio) narcisismo del regista argentino Mariano Llinas: 14 ore sbrodolate su vari generi cinematografici, e mai qualcosa di interessante per il civile spettatore.
Premio speciale della giuria - tutto ideologico - al documentario "M" di Yolande Zauberman: accuse ai rabbini pedofili, autocoscienza di maschi importunati (a ogni angolo di Tel Aviv ne sbuca uno). Il film israeliano che meritava il concorso, e anche un bel Pardo, era "The Dive" di Yona Rozenkier, relegato chissà perché in "Cineasti del presente.
12.08.2018


LO STUDIO

Il settimanale "il Caffè",
giornale di qualità
IL DOSSIER


Il Cardiocentro
I servizi del Caffè
e i documenti ufficiali
IL GIALLO


L'infermiere
accusato di uccidere
i pazienti anziani
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Quel Modi indiano
piace a Usa e Cina
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I migranti in Libia
come arma di ricatto
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La fuga dei miliardari
imbarazza gli Emirati
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Le serie streaming
escluse da Cannes
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Onda verde e giovane
delle nuove generazioni
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
GRANDANGOLO

Il mondo dell'infermiere
affascinato dalla morte
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
L'INCHIESTA

'Il caldo e le gelate
devastano i nostri campi'
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La scivolata di Fognini
tennista quaquaraquà
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.07.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, giugno 2019
12.07.2019
Consultabili online le temperature dei fiumi misurate in continuo presso le stazioni idrologiche cantonali e federali [www.ti.ch/oasi]
28.06.2019
Servizio militare: giornate informative 2019
27.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2018
26.06.2019
L'ufficio dei beni culturali segnala la pubblicazione di un nuovo sito tematico dedicato al Monetario cantonale [www.ti.ch/monetario]
25.06.2019
Aggiornato il catasto del potenziale solare degli edifici con i dati di tettosolare.ch consultabili nel portale dell'Osservatorio ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
19.06.2019
Nuova veste grafica, contenuti e funzionalità per il sito della Divisione della formazione professionale
17.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2019
13.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, giugno 2019
12.06.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 24 giugno 2019.

I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Le gare
dei bufali
in Thailandia

Silk Way
Rally 2019,
dalla Cina
con furore

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00