Sostanze pericolose nei medicamenti confiscati in dogana
Il farmaco abbronzante
causava infarti e ictus
ANDREA STERN


La maggior parte arriva dall’India. Stimolanti per l’erezione, farmaci soggetti a prescrizione, tranquillanti, dimagranti, prodotti per la crescita dei capelli... tutti medicinali importati illegalmente in Svizzera, spesso contraffatti e non di rado pericolosi per la salute. Nel 2017 l’Amministrazione federale delle dogane è riuscita a intercettare 1060 di questi invii, appena più dell’anno precedente. Ma le importazioni illegali di farmaci che arrivano a destinazione sono molte di più. Almeno 20mila all’anno, si stima.
Un fenomeno preoccupante. E molti di questi siti sono gestiti dalla criminalità organizzata, aveva dichiarato qualche settimana fa al Caffè Giovan Maria Zanini, farmacista cantonale. Un aspetto sottolineato anche da Swissmedic, l’autorità svizzera di omologazione e controllo dei medicinali e dei dispositivi medici. "Dietro questi fornitori si nascondono in genere organizzazioni criminali che operano su più vasta scala - spiega Swissmedic -. I farmaci vengono consegnati con gravi carenze dal punto di vista della qualità, senza confezione o foglietto illustrativo. Spesso sono contraffatti, contengono quantità di principi attivi eccessive o troppo basse, o addirittura nulle".
Tra le importazioni illegali emerse l’anno scorso spicca il Reductil contraffatto, proveniente dalla Repubblica Ceca. Scarsa imitazione di un dimagrante che era stato ritirato dal mercato in quasi tutto il mondo nel 2009. Inoltre diversi farmaci fermati in dogana contenevano melotan. Una sostanza che dovrebbe far abbronzare la pelle ma che ha soprattutto effetti collaterali di tipo influenzale e che può danneggiare il sistema immunitario e l’apparato cardiocircolatorio. Provocando quindi infarti e ictus. Bisogna assolutamente diffidare dalle offerte che si trovano su internet, l’invito di Zanini.
Ma il problema è che parecchie persone pensano di saperne di più del proprio medico. O vogliono assumere un farmaco nonostante gli sia stato sconsigliato. Ad esempio, se una persona non è in sovrappeso ma vuole dimagrire, sceglierà internet dato che il medico difficilmente gli farà la ricetta. Stesso discorso per Viagra e simili, che in Svizzera sono acquistabili solo dietro prescrizione, proprio per le loro pesanti controindicazioni. L’importazione arbitraria di medicinali soggetti a prescrizione è estremamente preoccupante dal punto di vista della salute, avverte Swissmedic. Senza dire che chi acquista su internet pasticche o preparati di origine ignota può incorrere in sanzioni pecuniarie e, in casi gravi, anche in un procedimento penale.

a.s.
19.08.2018


Articoli Correlati
LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

I matrimoni politici
impossibili (o quasi)
L'INCHIESTA

Il bluff della canapa light
in 5 minuti diventa droga
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Gli affari d'amore
non si fanno in banca
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Trump con i tassi bassi
sogna d'essere Reagan
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La guerra senza confini
dei "mercenari killer"
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
07.11.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 19 novembre prossimo
26.10.2018
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2017 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
26.10.2018
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da sabato 27 ottobre 2018 alle ore 8:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
24.10.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 5 novembre 2018.
23.10.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all’aperto (RLCFo/RaLLI) in vigore in Ticino e Moesano dal 26 settembre e in Val Poschiavo dal 16 ottobre 2018, viene da oggi esteso anche alla Val Bregaglia
22.10.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2018
16.10.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) in vigore in Ticino e Moesano dal 26 settembre 2018, viene da oggi esteso anche alla Val Poschiavo
11.10.2018
Pubblicati i dati di funzionamento degli impianti di depurazione in Ticino [www.ti.ch/oasi]
04.10.2018
Avvio della consultazione del Progetto di risanamento fonico delle strade cantonali e comunali del Luganese [www.ti.ch/rumore]
03.10.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 15 ottobre prossimo

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Atene: scontri
alle celebrazioni
per la Rivolta
del Politecnico

CIA:
il principe saudita
ha fatto uccidere
Khashogggi