function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};
In Venezuela sale la tensione e Trump lancia nuove minacce
Immagini articolo
Maduro chiude i confini
agli aiuti umanitari
R. C.


Tensioni, scontri, frontiere chiuse e una lotta di potere che si fa sempre più violenta. In Venezuela, 31 milioni di abitanti, si vive una realtà sempre più drammatica. E più di un analista internazionale pensa che la situazione potrebbe assumere ben presto una svolta violenta. Intanto ieri, sabato, l’attenzione era rivolta alle frontiere. Dove erano diretti i camion con aiuti umanitari partiti da Boa Vista, in Brasile. Ma il governo di Nicolas Maduro ha vietato l’ingresso dei convogli che sono scortati dall’esercito. Gli aiuti sono stati richiesti da Juan Guaidò, presidente del Parlamento che ha assunto i poteri del governo. Ma per Maduro, la questione è soprattutto politica: gli aiuti, che provengono dagli Stati Uniti e dai loro alleati, sono solo un tentativo di ingerenza negli affari interni del Venezuela. Il  regime di Maduro ha invece accettato aiuti provenienti dalla Russia, tradizionale alleato del Paese.
Intanto dagli Stati Uniti, dopo quelli delle settimane scorse, è giunto un nuovo avvertimento da parte di Donald Trump, che è intervenuto dopo l’uccisione di due indigeni Pemon da parte dei militari. "In Venezuela si registrano – dice la casa Bianca - vergognose violazioni dei diritti umani da parte di Maduro e coloro che stanno eseguendo i suoi ordini. Violazioni che non resteranno impunite".
Tensioni, dunque, che si aggiungono a tensioni e che hanno spinto il presidente boliviano, Evo Morales, a dire che lo scontro in Venezuela non è più politico, bensì fra "la pace o la guerra". Secondo Morales, alleato storico del governo di Nicolas Maduro, "l’aggressione che vive il Venezuela va al di là delle differenze politiche, e ci obbliga a prendere posizioni: o siamo a favore del multilateralismo o dell’unilateralismo, del diritto internazionale o della barbarie, della pace o della guerra", ha scritto su Twitter.
Nel frattempo Juan Guaidò, ha detto – come riporta l’Ansa - che le Forze armate del suo Paese lo hanno aiutato ad attraversare la frontiera con la Colombia, dove ha fatto visita al concerto "Venezuela Aid Live" e si è riunito con il presidente colombiano Ivan Duque e i suoi omologhi di Cile, Sebastian Pinera, e Paraguay, Mario Abdo.
24.02.2019


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
13.05.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 25 maggio 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile 2020
30.04.2020
Pubblicato il Rendiconto 2019 del Consiglio di Stato
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ripartenza a singhiozzo
e borse poco indicative
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il braccio del Sultano
"allunga" il suo potere
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Notte
di violenze
nelle città
statunitensi

La lenta
ripartenza
della cultura
europea

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00