Norman Gobbi fa il punto sul progetto di riorganizzazione
"Come cambieremo
le curatele e le tutele"
LIBERO D'AGOSTINO


Ci vorrà ancora qualche anno per dare un nuovo e definitivo assetto organizzativo alle Arp. "Il primo obiettivo è di stabilizzare alcune Autorità regionali di protezione in vista della loro cantonalizzazione" spiega Norman Gobbi, direttore del dipartimento Istituzioni. Per ora si esclude sia la creazione di un Tribunale di famiglia, come richiesto, ad esempio, dall’Associazione famiglie monoparentali, sia l’inserimento delle competenze delle Arp nelle preture.
Un passaggio al modello giudiziario, quest’ultimo, proposto nel 2014 dallo stesso governo, ma su cui il parlamento, attraverso la Sottocommissione costituita appositamente, si era dimostrato alquanto scettico, invitando il Consiglio di Stato ad analizzare e proporre un modello organizzativo cantonalizzato, quindi di tipo amministrativo e non giudiziario.  
"È un settore molto delicato e oneroso - ricorda il ministro -. La protezione dei minori e degli adulti non riguarda più l’orfano del paese o qualche anziano affetto da demenza senile, deve invece rispondere in particolare, ma non solo, ai problemi che derivano dalla disgregazione delle famiglie. Per esempio, alle controversie ricorrenti sui diritti dei figli che vanno affrontate rapidamente tutelando i minori".
La situazione odierna, non è di certo ottimale, nonostante la professionalizzazione delle Arp, imposta dalla riforma federale, e la presenza della Camera di protezione del Tribunale d’appello chiamata a decidere su eventuali ricorsi per le loro decisioni e a fungere da  autorità di vigilanza tramite un ispettorato.
"Abbiamo rilevato che in alcune sedi le Arp non dispongono di strutture adeguate per affrontare i loro compiti, dal profilo delle risorse umane, dell’informatica e della logistica - sottolinea Gobbi - e che oggi non c’è un coordinamento del settore da parte dei Comuni. Una situazione che denota realtà molto differenti, comportando l’assenza di una conduzione univoca ed equilibrata dell’attività, a discapito della parità di trattamento".

l.d.a.
10.03.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
27.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 dicembre 2019
27.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2019
22.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2019
18.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2019
15.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Un traguardo sociale
ma ancora non per tutti
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'attentato a Londra
rilancia l'allarme jihad
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Arrestato
il presunto
aggressore
dell’Aja

Un trono
di soldi…
con lo scopo
di farne di più

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00