Il parere dei medici sui pro e i contro il fumo nei parchi gioco
Immagini articolo
"Non è educativo,
i bimbi ci imitano"
PATRIZIA GUENZI


È un segnale diseducativo". Fumare nelle vicinanze di un parco giochi potrebbe favorire il desiderio, la voglia un domani di imitare gli adulti. È l’opinione del dottor Giorgio Noseda, per oltre trent’anni primario di medicina al Civico e all’ospedale di Mendrisio e da sempre in prima fila nella lotta contro il cancro. "Il mio non è tanto un timore sanitario, siamo all’aperto e ce ne vorrebbero di sigarette per incidere in questo senso - spiega -; dovremmo però fare di tutto per evitare ogni genere di incentivo negativo". Un "incentivo negativo". Lo reputa tale anche il pediatra Paolo Peduzzi: "Sarebbe stata un’ottima iniziativa introdurre il divieto generale di fumo nelle aree di svago per l’infanzia - dice -. Sappiamo bene quanto il comportamento degli adulti sia determinante per un bambino. Basta andare per strada. Se la mamma è una persona educata che saluta le persone che incontra suo figlio farà altrettanto".
Il no arrivato dal Parlamento è un no, è stato detto, soprattutto a una richiesta di ulteriori divieti. Meglio puntare su campagne di prevenzione e sensibilizzazione. Inoltre, visto che non esisterebbero studi che confermano la pericolosità del fumo passivo negli spazi all’aperto, per lottare contro il tabagismo e i danni causati dal fumo meglio puntare su campagne di prevenzione e sensibilizzazione. "In questo caso si trattava di introdurre un’importante misura preventiva - sottolinea il dottor Noseda -. Ripeto, non è educativo per un bambino vedere gli adulti con in mano la sigaretta. In qualsiasi contesto, in famiglia, per strada e anche nei parchi gioco".

p.g.
09.06.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
16.01.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, dicembre 2019
10.01.2020
Arge Alp: pubblicato un bando di concorso per un posto vacante presso il segretariato generale
08.01.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 20 gennaio 2020
16.12.2019
L’Ufficio dell’ispettorato del lavoro ha pubblicato le date dei corsi di formazione inerenti la Legge federale sul lavoro e relative Ordinanze, previsti durante l’anno 2020
12.12.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, dicembre 2019
11.12.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, novembre 2019
11.12.2019
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2019
27.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 dicembre 2019
27.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2019
22.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Con il lavoro a maglia
si spiega la finanza
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Dalla tavola sovranista
a quella pro - global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Effetto serra costante
rischio del nostro futuro
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Prosegue
la protesta
antigovernativa
in Cile

Come evolve
la crisi
del vulcano
nelle Filippine

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00