Sale la tensione dopo le minacce di attachi di Trump
Immagini articolo
Monito degli iraniani:
"Usa, non fate errori"
R.C.


Sparate un proiettile contro l’Iran e appiccheremo il fuoco agli interessi dell’America e dei suoi alleati". Non ha usato certo parole al miele il generale Abolfazl Shekarchi, portavoce dello Stato maggiore delle forze armate della Repubblica islamica, ieri, sabato, per rispondere al presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Teheran insomma non ha gradito le dichiarazioni del presidente Usa, che in un clima sempre più incandescente tra i due Paesi, ha riferito di avere annullato all’ultimo momento un raid militare contro l’Iran.
"Se il nemico, in particolare l’America e i suoi alleati nella regione - ha aggiunto il generale Shekarchi - fa l’errore militare di dare fuoco alle polveri su cui giacciono gli interessi americani, la regione andrà a fuoco".
La tensione  nel Golfo è altissima a seguito dell’abbattimento lo scorso giovedì di un drone Usa da parte dell’Iran nella zona dello Stretto di Hormuz: Teheran sostiene che il drone è stato abbattuto in territorio iraniano, mentre Washington ritiene che il velivolo si trovasse nello spazio aereo internazionale.
Trump ha riferito che gli Stati Uniti avevano previsto dei raid contro tre siti in Iran in risposta all’abbattimento del drone e ha spiegato, in una serie di tweet pubblicati venerdì, di avere fermato l’attacco 10 minuti prima, per evitare 150 morti.
Il tycoon ha assicurato che gli aerei Usa non erano ancora decollati quando ha preso la sua decisione di bloccare tutto. "Ma sarebbero stati in aria rapidamente e le cose sarebbero arrivate a un punto in cui non avremmo più potuto fare marcia indietro", ha detto l’inquilino della Casa Bianca.
Donald Trump ha poi affermato di non volere la guerra con l’Iran, ma ha avvertito che se invece scoppiasse ci sarebbe una "distruzione come non si è mai vista".
23.06.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
27.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 dicembre 2019
27.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2019
22.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2019
18.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2019
15.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Un traguardo sociale
ma ancora non per tutti
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'attentato a Londra
rilancia l'allarme jihad
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Arrestato
il presunto
aggressore
dell’Aja

Un trono
di soldi…
con lo scopo
di farne di più

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00