Intervista al politologo tedesco Herfried Münkler
'Spd verso la catastrofe,
i giovani votano Grünen'
STEFANO VASTANO DA BERLINO


Per i sondaggi la Spd è in stato catatonico, sul 15%, ai minimi storici. Riuscirà il partito che fu di Brandt, Schmidt e Schröder a riprendersi? O è condannato all’estinzione? Il Caffè ne ha parlato con Herfried Münkler, uno dei più prestigiosi politologi tedeschi.
La Spd sta attraversando la peggiore crisi dagli Anni ’70?
"Sì, è almeno dagli Anni ’70 che non vedevamo la Spd in questo stato catastrofico e non saprei neanche se o quando uscirà da questa grave crisi".
Ma in Germania, a differenza della situazione in Francia o in Italia, l’economia è ancora a posto…
"Qui in Germania sono i Grünen, i Verdi, ad approfittare dalla crisi della Spd e della positiva situazione economica. I più giovani, il ceto più abbiente o che segue valori post-materiali, oggi vota per i verdi, e non certo per una Spd penalizzata anche dai tanti non elettori".
Anche il ripetuto modello "Grosse Koalition", l’alleanza con la Cdu della Merkel, non ha fatto certo bene alla Spd…
"Solo la Grosse Koalition del 1966-1969 ha dato alla Spd la chance di scalare il potere. Le ultime GroKo invece hanno evidenziato la mancanza di profilo e mordente della Spd nell’era globale e in una società post-industriale. Oggi, se va a votare, il precariato tende a votare per protesta l’estrema destra della Afd".
Anche gli intellettuali voltano ormai le spalle alla Spd…
"Negli Anni ’60 gli intellettuali erano vicini alla Spd e contro il tradizionalismo della Cdu. Ma oggi sono i valori post-materiali che spingono verso i Verdi e spiegano la profonda crisi di identità della Spd".
Per uscirne basterà ai socialdemocratici darsi da dicembre una doppia leadership?
"La leadership di coppia funziona se, come nei Verdi, nel partito vi sono tendenze estreme, fondamentalisti contro realisti. Ma il rischio della doppia costellazione al vertice è di non esprimere poi un chiaro candidato per la cancelleria".
Se l’immagina il giovane Kevin Kühnert al vertice della Spd?
"Le sue radicali idee sul socialismo sono un tuffo nostalgico negli Anni ’70, e sinora hanno fatto scalpore nei media, ma più male che bene alla Spd".
14.07.2019


Articoli Correlati
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
27.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 dicembre 2019
27.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2019
22.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2019
18.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2019
15.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Un traguardo sociale
ma ancora non per tutti
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'attentato a Londra
rilancia l'allarme jihad
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Arrestato
il presunto
aggressore
dell’Aja

Un trono
di soldi…
con lo scopo
di farne di più

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00