function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Ecco chi sono i presidenti delle rivali dell'Fc Lugano
Tutti gli uomini forti
della Super League
R.C.


Due squadre con bilanci e stadi di prima categoria. Poi tutte le altre, che si "arrabbattono" per resistere. La "serie A" svizzera è dominata di fatto, sia sul campo, che a livello di investimenti, dal Basilea e dallo Young Boys.
Basilea - Uomo di sport è Bernhard Burgener a capo del Basilea dal 2017. Imprenditore cinematografico e di produzione di video gestisce uno dei budget più consistenti del massimo campionato svizzero. Senza entrate straordinarie, l’Fc Basel genera circa 50 milioni di franchi all’anno, con una spesa di oltre 90-100 milioni. Ma poi riesce a rientrare nei conti grazie alla partecipazione alle coppe europee, alle riserve e alla vendita di giocatori.
Young Boys - La società presieduta da Hanspeter Kienberger vanta una cifra d’affari annua di 35 milioni di franchi. È la seconda squadra più ricca della Super League dopo il Basilea. Una fonte importante delle entrate arriva dal pubblico dello Stade de Suisse, tra i più numerosi in Svizzera. L’impianto è costato circa 350 milioni di franchi ed è stato inaugurato nel 2005.
Thun - La seconda società del canton Berna, il piccolo Thun, è presieduta da Markus Lüthi. Per lungo tempo la società ha cercato qualcuno che le desse maggiore sicurezza finanziaria. Finalmente nel novembre scorso il presidente ha trovato un accordo con la società cinese Pacific Media Group, che ha permesso di incassare 3 milioni di franchi.
Sion - Ex portiere che in carriera ha indossato anche la maglia del Fc Lugano, Christian Constantin è stato presidente del Fc Sion dal 1991 al 1997, quando ha lasciato la società con debiti per 16 milioni di franchi. È tornato alla guida nel 2003. Afferma di spendere "almeno mezzo milione al mese" per il suo club.
Zurigo - L’imprenditore Ancillo Canepa è presidente del Fc Zurigo dal 2006. Sette anni dopo è diventato anche azionista di maggioranza della società e ha piazzato la moglie Heliane nel consiglio di amministrazione. Avrebbe investito già oltre 30 milioni di franchi per quello che considera il suo "bebè".
Servette - Fallito nel 2005, il Servette ha rischiato ancora il dissesto finanziario, dopo essere finito nelle mani di imprenditori iraniani e canadesi. Fino al 2015, con l’arrivo di Didier Fischer. La squadra torna nella massima serie e riacquista solidità finanziaria. Poi, dall’inizio del 2020, il timone passa a Pascal Besnard, storica bandiera dei ginevrini. Dietro al salvataggio della squadra pare ci sia la Rolex.
San Gallo - Volto noto della televisione svizzero-tedesca Srf, Matthias Hüppi è diventato presidente dell’Fc San Gallo nel 2017. La società ha attraversato un difficile momento nel 2010, quando è stata salvata a un passo dal fallimento da un gruppo di investitori privati, interessati al club e al nuovo stadio inaugurato nel 2009 al posto del glorioso Espenmoos.
Xamax - Da novembre, il Neuchâtel Xamax ha cambiato proprietario. E Jean-François Collet, 51 anni, imprenditore vodese già a capo dell’Fc Lausanne-Sport, ha acquistato tutte le quote del club precedentemente detenute da Christian (rimasto presidente) e Gregory Binggeli. Ora il suo obiettivo è rimettere i conti in ordine.
Lucerna - Obiettivo conti in ordine e investimenti anche per Philipp Studhalter, avvocato che nel 2016 è arrivato alla presidenza del Lucerna. L’azionista di maggioranza della società è invece Bernhard Alpstaeg.
19.01.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
30.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2020
28.10.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 9 novembre prossimo
13.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2020
07.10.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 19 ottobre 2020
05.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2020
17.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, settembre 2020
14.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2020
09.09.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 21 settembre 2020
09.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2020
27.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Cina, ovvero "Fabbrica"
per un mondo malato
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Tutte le ipotesi in campo
dopo la guerra più lunga
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Cibo, ambiente e clima
portano alla nuova umanità
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Abbiamo appena dieci anni
per evitare una catastrofe
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Accordo
fra Israele e Sudan
per normalizzare
le relazioni

Repubblica Ceca,
ospedale da campo
contro il Covid-19
a Praga

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00