function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};
A livello nazionale 1.273 casi in più tra venerdì e sabato
Immagini articolo
La corsa del coronavirus
più di 50 contagi l'ora
MAURO SPIGNESI


Non si ferma. Anzi accelera, va veloce. In 24 ore, cioè da venerdì sino alle 8 del mattino di ieri, sabato, a livello nazionale erano stati registrati 1.273 nuovi casi di coronavirus, il balzo più brusco da quando è cominciata questa emergenza sanitaria e sociale. In pratica in media 53 nuovi infettati ogni ora che passa, quasi uno al minuto. Una progressione agghiacciante, che pare inarrestabile. E che questa settimana potrebbe toccare il picco. Almeno a sentire le parole di Daniel Koch, responsabile della Divisione malattie trasmissibili dell’Ufficio federale della sanità pubblica. "I numeri dei contagi - ha detto durante l’incontro a Berna convocato per fare il punto della situazione - sono destinati a crescere nei prossimi giorni. Ci aspettiamo che la curva si appiattisca la settimana prossima. A patto che tutti si attengano alle regole che abbiamo dettato".
In tutta la Svizzera i contagi ieri mattina, sabato, erano 6.113 (diventati nel corso della giornata 6.284) mentre i morti 56 (in serata 74). E mentre tremila soldati sono pronti ad entrare in azione per dare una mano nel lavoro di assistenza, come ha spiegato il brigadiere Raynald Droz, capo di Stato maggiore del Comando operazioni, Berna ha ribadito le sue linee direttive, escludendo nuove misure più stringenti, rinunciando alla linea della "tolleranza zero", come avviene in altri Paesi e puntando ancora una volta sulla responsabilità personale degli svizzeri. Tanto è vero che la fuga in avanti decisa dal Canton Uri, che aveva emanato un divieto di uscita da casa per gli over 65, è rientrata. Ma resta comunque la raccomandazione di non uscire.
La fascia delle persone colpite ha un’età mediana di 51 anni. Ma il 51 per cento dei malati ha una età inferiore mentre l’altra metà superiore. Nessun cantone è stato risparmiato. Ticino, Basilea Città e Vaud sono le realtà sin qui più colpite in assoluto.  
Infine da lunedì sono previsti ulteriori controlli alle Dogane e lungo i confini. Sono stati infatti segnalati ingressi abusivi.
22.03.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
04.06.2020
Swiss Mobility: opportunità di stage professionale in Svizzera per neodiplomati 2020
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
13.05.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 25 maggio 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ripartenza a singhiozzo
e borse poco indicative
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il braccio del Sultano
"allunga" il suo potere
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Notte
di violenze
nelle città
statunitensi

La lenta
ripartenza
della cultura
europea

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00