function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};
Confronto tra linee operative in Ticino e in Italia
Immagini articolo
Chi va in quarantena
e chi è ospedalizzato
PATRIZIA GUENZI


Del totale dei casi confermati in Ticino, sino ai giorni scorsi, il 76 per cento era isolato a domicilio. Una percentuale doppia rispetto a quella registrata in Italia. Poco meno del 35 per cento. All’interno del gruppo che gestisce l’emergenza sanitaria è stato elaborato un eloquente confronto fra le scelte operative sanitarie della Svizzera italiana e quelle fatte in Italia. In Ticino il 21 per cento è ricoverato in un reparto ospedaliero (sono due gli ospedali covid, La Carità di Locarno e la clinica Luganese Moncucco), in Italia la percentuale è nettamente superiore, 52,6 per cento. Infine, c’è il reparto i cui letti sono quelli che potrebbero scarseggiare nei prossimi giorni se il picco dei contagi andrà oltre le previsioni. Vale a dire se le misure messe in atto, l’isolamento sociale e i divieti, non riusciranno a diluire nel tempo, ad allungare il picco. Invece che una montagna, l’onda dei contagi dovrebbe trasformarsi in una collina, una curva più dolce.
Il picco è previsto dalla fine della settimana entrante. E sia La Carità sia la Moncucco dovrebbero essere pronte per poter ricoverare i pazienti covid sia in reparto sia in cure intensive. In totale i letti a disposizione per i malati covid saranno 400, forse di più e i letti nei reparti di terapia intensiva un’ottantina in totale.
Nelle settimane scorse e in quest’ultima settimana, come spiega in un’intervista a pagina 7 il presidente dell’Ente ospedaliero, Paolo Sanvido, i quattro ospedali "sono stati smontati e rimontati. Si sono spostati interi reparti da un’ala all’altra dei nosocomi, ma anche da un ospedale all’altro. E, come a cascata, si sono coinvolte anche le cliniche private. La Sant’Anna di Sorengo e l’Ars Medica di Gravesano. Il Dipartimento delle opere sociali ha assegnato loro, transitoriamente, alcune specialità per far fronte ai bisogni degli altri pazienti. La Sant’Anna è punto di riferimento per la chirurgia viscerale, l’urologia, l’otorinolaringoiatria. L’Ars Medica per l’ortopedia e la reumatologia.
22.03.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
13.05.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 25 maggio 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile 2020
30.04.2020
Pubblicato il Rendiconto 2019 del Consiglio di Stato
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ripartenza a singhiozzo
e borse poco indicative
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il braccio del Sultano
"allunga" il suo potere
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

In Francia
si riprende
ad andare
a messa

Spagna:
10 giorni di lutto
e piano di riapertura
dal primo luglio

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00